facebook twitter rss

La proposta di Terrenzi: “La fusione con Porto Sant’Elpidio? Facciamo un referendum nel 2020”

SANT'ELPIDIO A MARE - Dalla Festa dell'Unità, il sindaco di Sant'Elpidio a Mare rilancia sull'unificazione con Porto Sant'Elpidio e propone di far votare i cittadini dei due comuni in concomitanza con le elezioni regionali, tra due anni: "Smettiamo di discuterne e diamo la parola agli elettori: se votano Sì andiamo avanti, se dicono di No mettiamoci una pietra sopra e non parliamone più"
martedì 10 luglio 2018 - Ore 18:50
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Alessio Terrenzi lo diceva da tempo: inutile continuare a parlare di unificazione, se vogliamo realizzarla davvero va data la parola ai cittadini. Ora, però, aggiunge anche una data al ragionamento: primavera 2020, elezioni regionali. Contestualmente a quell’appuntamento alle urne, Sant’Elpidio a Mare e Porto Sant’Elpidio dovrebbero, a suo avviso, chiamare gli elettori a scegliere se tornare un’unica città. Il primo cittadino lo ha detto ieri sera, all’ultimo appuntamento della Festa dell’Unità a Sant’Elpidio a Mare, ormai da qualche anno dedicato ad ospitare l’amministrazione locale.

Tra i temi toccati nel corso dell’incontro, affiancato dal suo vice Mirco Romanelli, dall’assessore Gioia Corvaro e dal responsabile giovani del Pd Alessandro Morresi, ha toccato il discorso fusione con Porto Sant’Elpidio. “Di tanto in tanto ne parliamo, ad ogni campagna elettorale questo argomento spunta fuori – ha sottolineato Terrenzi – Continuare a discuterne diventa stucchevole. Vogliamo portare avanti seriamente questo discorso? Chiediamo ai cittadini cosa ne pensano. Se si diranno d’accordo, concretizziamo questo percorso per tornare una città unica. Se si esprimeranno contro, mettiamoci una pietra sopra e non parliamone più. A mio avviso l’appuntamento ideale è quello delle regionali 2020. Mancano quasi due anni, c’è tutto il tempo per costituire in ciascun comune una commissione sul tema della riunificazione, per spiegare ai cittadini pro e contro, per effettuare una campagna elettorale e chiamare la popolazione ad esprimersi in modo consapevole e informato. Se la maggioranza di entrambi o di uno dei due comuni dirà di no, non parliamone più, altrimenti realizziamola”.

Una sfida che chiaramente chiama in causa l’appena confermato sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci. “Se non avesse vinto lui, non avrei fatto questa proposta – puntualizza Terrenzi – Non per una questione di affinità politica tra le due amministrazioni, ma perchè, se fosse arrivato un sindaco nuovo, sarebbe stato giusto lasciargli il tempo di svolgere una legislatura piena. Invece, in questo caso, siamo nelle condizioni ideali. Entrambi abbiamo già amministrato per un mandato intero e ne abbiamo un altro davanti, con tutto il tempo per programmare questo passaggio di cui si parla da tantissimo tempo. Possiamo e dobbiamo, comunque, portare avanti quell’iter di condivisione dei servizi avviato negli anni scorsi coinvolgendo anche Monte Urano”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..


1 commento

  1. 1
    Gianluca Mecozzi il 11 luglio 2018 alle 22:59

    Sarebbe una bella cosa la fusione

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X