facebook twitter rss

Mastrovincenzo alla conferenza Cna:
“Sinergia e ottimizzazione delle risorse”

Il Presidente del Consiglio ha fatto riferimento alle "importanti scelte di aggregare Camere di Commercio e Confidi ed alle positive esperienze supportate dalla Regione per quanto riguarda i percorsi di fusione, razionalizzazione ed organizzazione del personale che va ad interessare tanti piccoli Comuni"
Print Friendly, PDF & Email

“Quello che state portando avanti è un percorso virtuoso, al passo con i tempi, che saprà assicurare maggiore sinergia tra i territori, una razionalizzazione complessiva ed un’ottimizzazione delle risorse”. Lo ha evidenziato il Presidente del Consiglio, Antonio Mastrovincenzo, intervenendo alla seconda conferenza di organizzazione della Cna Marche, ospitata presso la “Fiera della pesca di Ancona”.

“Titolo prescelto “Insieme si può fare”, che – fanno sapere dalla Regione – pone le basi per una collaborazione a tutto campo, in grado di fornire nuovo impulso all’economia marchigiana. Non a caso è stato è stato chiamato a raccolta l’intero sistema dei servizi che fa capo alla confederazione.

Focalizzando alcuni dei processi in atto su base regionale, il Presidente si è soffermato sulla Camera di Commercio unica, “punto di riferimento fondamentale – ha detto – per 170.000 imprese marchigiane, che permetterà di avere una visione d’insieme dell’economia e dello sviluppo imprenditoriale, tanto più necessaria dopo la crisi economica che ha investito l’Italia ed alla luce delle ripercussioni prodotte dal terremoto”. Per quanto riguarda la necessità di unire le forze per il raggiungimento di importanti obiettivi, Mastrovincenzo ha fatto anche riferimento al Confidi unico regionale, “che offre nuove opportunità a 43.000 iscritti, promuove la concessione del credito, mettendo a disposizione risorse per le imprese che vogliono investire e creare occupazione. Tutto questo, tenendo conto che l’accesso al credito rimane fondamentale per il rilancio del nostro sistema produttivo, insieme ad altre componenti strategiche come innovazione, formazione e capacità di intercettare i fondi europei”. Da ultimo, il Presidente ha richiamato l’attenzione sull’attività di sostegno fornita dalla Regione. In questo senso “è anche importante – ha sottolineato – il supporto agli enti locali, ai piccoli comuni che intraprendono percorsi di fusione, unione e convenzionamento. Le esperienze avviate stanno ottenendo ottimi risultati in termini di risparmio delle risorse, efficientamento e qualità dei servizi, razionalizzazione ed organizzazione del personale”.

Ed una considerazione: “Sia nel privato che nel pubblico la strada è quella di lavorare in sinergia, in squadra, superando steccati, campanilismi ed interessi particolari”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X