facebook twitter rss

Presidio anti-Salvini del Comitato 5 Luglio: “Nessun benvenuto al Ministro della disumanità”

FERMO - "Il nostro presidio non è, in alcun modo, in polemica con le cerimonie di inaugurazione della Questura di Fermo e degli altri comandi delle forze dell’ordine; rispetto alle quali,invece, esprimiamo,  come cittadini di questo territorio,  le nostre felicitazioni e rivolgiamo un augurio di buon lavoro ai nuovi dirigenti di questi uffici"
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Il Comitato 5 Luglio un presidio contro la presenza a Fermo di Matteo Salvini. “Martedì 17 luglio, dalle ore 11.15, in Largo della Rivolta (nei pressi della Prefettura), a Fermo, manifesteremo contro la presenza, nella nostra città, del Ministro dell’Interno Matteo Salvini – spiegano i componenti del Comitato – Abbiamo intitolato questo pacifico presidio antirazzista: Nessun benvenuto al Ministro della disumanità”, perché riteniamo che una città dalle profonde radici democratiche, antifasciste e accogliente come Fermo, debba far sentire la propria voce nei confronti di un personaggio assolutamente inadeguato al ruolo che ricopre; un Ministro della Repubblica italiana, infatti, non può comportarsi come un ‘ultrà’ seminando, con gesti e parole, odio, razzismo e intolleranza, in totale spregio ai valori di eguaglianza, libertà e solidarietà della Costituzione su cui ha giurato”.

Comitato che aggiunge: “Il nostro presidio non è, in alcun modo, in polemica con le cerimonie di inaugurazione della Questura di Fermo e degli altri comandi delle forze dell’ordine; rispetto alle quali, invece, esprimiamo,  come cittadini di questo territorio,  le nostre felicitazioni e rivolgiamo un augurio di buon lavoro ai nuovi dirigenti di questi uffici.  Nessun benvenuto, invece, appunto, al ministro Salvini; al quale, vogliamo sperare, le istituzioni democratiche della città chiariranno che questo territorio non intende fare un passo indietro, né rispetto alle politiche di accoglienza, né rispetto alle garanzie democratiche, di partecipazione e manifestazione del dissenso”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti