facebook twitter rss

Nasce l’Elite Sangiorgese
e diventa subito Milan Academy

PORTO SAN GIORGIO - A guidare la neonata società di calcio giovanile di Porto San Giorgio sarà Andrea Zega che, nelle vesti di presidente, ha già chiuso l'accordo con i rossoneri per diventare Milan Academy
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Zega con i campioni Franco Baresi e Daniele Massaro

di Giorgio Fedeli

“Sì, mercoledì sono stato a Casa Milan. E abbiamo chiuso l’accordo affinché l’Elite Sangiorgese sia Milan Academy, un accordo triennale”. A confermare la notizia è direttamente Andrea Zega, presidente della neonata società di calcio giovanile sangiorgese, arbitro con esperienze in serie C e, da quarto uomo, in serie A e B. Neonata, appunto. D’obbligo, dunque, un passo indietro, proprio per conoscere l’Elite. “Questa società di calcio giovanile – spiega Zega – è nata nei giorni scorsi dall’esigenza della società Sangiorgese di ottimizzare le risorse giovanili. Seguiamo la scia di un progetto, che puntava proprio sui giovani,  già avviato, insomma ci muoviamo nel solco della continuità ma dando, al contempo una grande novità per l’intero territorio, un’offerta formativa di altissimo livello con un brand come quello del Milan e con le sue professionalità di altissimo livello. Ci siamo impegnati a sposare il metodo rossonero.

Sia chiaro, non è un accordo commerciale ma squisitamente tecnico. Infatti – spiega il presidente della neonata società calcistica – godremo di 14 giornate di formazione per i nostri tecnici con un tutor del Milan, 8 a vismara e 4 da noi. Ci saranno oltretutto visite periodiche dei loro scout e osservatori alle nostre partite e ai nostri allenamenti. Poi, ovviamente anche la parte ludica con la nostra società a partecipare, almeno due volte all’anno, alle iniziative dei rossoneri, come “Tutti a San Siro”, esibizioni tra il primo e il secondo tempo. I nostri ragazzini potranno anche fare da raccattapalle o da “mascherine”, i bambini che accompagnano i campioni al loro ingresso in campo. Potremo essere ospiti a tutte le partite, tranne quelle valutate pericolose dall’Osservatorio nazionale sulla Sicurezza. E, per concludere, parteciperemo a un torneo di tre giorni tra tutte le Milan Academy, ne sono circa 100 in tutto il mondo. Noi siamo l’unica nelle Marche. Una vetrina eccezionale per i nostri piccoli calciatori ma anche per i tecnici e la società. Ci sono poi cinque giornate di formazione dedicate a noi dirigenti.

Andrea Zega all’ingresso di Casa Milan

Il Milan ci fornirà tutto, con il suo sponsor tecnico Puma, dalle tute alle casacche di gioco. E saremo inseriti nel sito ufficiale dei rossoneri. La nostra società, tra allievi, giovanissimi, esordienti e pulcini, ‘piccoli amici’ e primi calci, può vantare nomi del calibro di Gianluca De Angelis, 400 presenze tra serie B e C1, e varie esperienze come allenatore, come quella alla Fermana, Roberto Grandi, anche lui con esperienze nelle giovanili, con patentino Uefa C, Marco Montemaggio, patentino Uefa B e Gianmarco Verrucci  che, nel settore ‘piccoli amici’ e primi calci’ si avvarrà della collaborazione di Joris Verrucci, patentino Uefa B e diplomato Isef, che farà da consulente atletico per tutti.

Quale è il nostro obiettivo? Innanzitutto avere una squadra per ogni categoria. Voglio subito chiarire un aspetto fondamentale: non si pensi che, magari perché si è nella Milan Academy, sia più facile fare carriera. Il nostro intento è solo quello di far avvicinare i bambini al mondo del calcio con un approccio professionale. Per giocare abbiamo chiesto la disponibilità del campo sportivo Pelloni (di via Marche) e le nostre porte sono aperte a tutti i bambini dai cinque anni compiuti (classe 2013) ai 2002.

Come sono arrivato a quest’accordo? Grazie alla conoscenza con gli ex arbitri Fassone e Romeo, oggi figure apicali proprio del Milan. Comunque abbiamo intenzione di dare continuità al progetto partito con la Sangiorgese, restando ancorati, a livello locale, a un’identità territoriale. E poi magari, chissà, che con l’approccio professionale del Milan, a Porto San Giorgio non emerga qualche ragazzino. Non capita da ormai troppi anni. Il nostro progetto è già stato sposato da diversi imprenditori e i ragazzi che sono già seguiti dal Milan verranno indirizzati verso di noi. Chi vuole, può già farlo scrivendoci alla mail [email protected] o contattandoci sui social”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X