facebook twitter rss

A tu per tu con Marco Marozzi,
il giovane esterno della Fermana

SERIE C - Prelevato dalla formazione Primavera dalla Fiorentina, il mancino che predilige la fascia destra del campo torna nella provincia natale per il primo campionato da professionista over
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Un faccia a faccia con il promettente esterno Marco Marozzi (foto), giovane fermano prelevato dalla causa sportiva gialloblù di recente (leggi il nostro articolo) ed in campo a spendersi nella preparazione estiva con la truppa di mister Flavio Destro. 

Cresciuto nelle giovanili della Fiorentina, fino a diventare uno dei giocatori cardine della Primavera, Marozzi apre con l’esperienza in maglia viola.

“Mi sono trasferito a Firenze all’età di 14 anni, spinto dalla voglia di andare a misurarmi con una realtà ed un livello alto come quello della Fiorentina. Devo dire che mi sono trovato bene fin dai primi giorni con i miei compagni e con tutto l’ambiente gigliato. Gli anni della Primavera sono stato sicuramente i più importanti, dove ho fatto le esperienze formative come gli allenamenti e le amichevoli con la Prima Squadra, in cui ho avuto modo di confrontarmi con giocatori di Serie A già affermati e prendere spunto da loro per migliorare. Devo ammettere, però, che porto ancora con me il rammarico dovuto alle tre finali perse (due Scudetto ed una finale del Viareggio) negli ultimi due anni di Primavera”.

Hai lasciato il territorio natio per approdare giovanissimo in Toscana. Sei contento di tornare ora qui nella tua provincia?

“Tornare a Fermo è una cosa che fa sicuramente piacere, ma oltre a questo ho scelto la Fermana perchè ho pensato che fosse la piazza giusta per muovere i primi passi nel calcio professionistico. Infatti appena ho saputo del loro interesse non ci ho pensato due volte a dare la mia disponibilità”.

Parlaci delle tue caratteristiche tecniche.

“Sono un’ala o esterno di centrocampo che predilige la fascia destra per venire a giocare in mezzo al campo, dato che sono mancino. Inoltre penso che le mie caratteristiche precipue siano il dribbling ed il tiro da fuori.

Un’opinione sul campionato di Serie C appena trascorso?

“La prima impressione che ho avuto è stato quella di un campionato con qualcosa in più a livello agonistico di quello della Primavera. Oltre a questo aspetto pero’ sono consapevole che in Lega Pro giocano elementi con molta più esperienza di quelli della mia eta’, per cui il salto mentale sara’ molto importante. Un messaggio che vuoi lanciare ai tifosi? So che Fermo è una piazza importante e seguita, e cercherò di dar tutto per questa maglia. Sono convinto che ci potremo togliere delle soddisfazioni insieme ai nostri tifosi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X