facebook twitter rss

Contributi per il conto termico della piscina, Stacchietti replica a Marcotulli: ” Accesso ai fondi dopo la realizzazione dell’opera”

PORTO SANT'ELPIDIO - "Si è ritenuto scegliere la seconda modalità, quella di accesso diretto ai fondi, semplicemente perché vista l'urgenza di restituire alla cittadinanza l’uso della Piscina Comunale prevista per il 30 settembre non esistevano i tempi e le condizioni necessarie per attuare la prima procedura"
Print Friendly, PDF & Email

“Stante le perplessità manifestate via social e a mezzo stampa dall’opposizione circa la mancata adesione del Comune ai fondi del conto termico 2.0 per il finanziamento della centrale termica della piscina occorre dare seguito ad una precisazione che appare superflua ma a questo punto dovuta. Infatti, i predetti fondi sono accessibili dalle pubbliche amministrazioni e quindi anche dal nostro Comune, tanto su prenotazione, prima dell’avvio dei lavori, secondo una procedura ante operam tanto quanto per accesso diretto entro 60 giorni dalla fine dei lavori secondo una procedura post operam; in altre parole si può scegliere di accedere ai fondi per l’efficientemento energetico fornendo tutta la documentazione richiesta prima della relazione dell’intervento ovvero dopo la concreta realizzazione dell’opera stessa”. Inizia così la replica del vice sindaco Daniele Stacchietti alle dichiarazioni del Consigliere Marcotulli sulla mancata domanda di contributi per il conto termico della Piscina Comunale.

Stacchietti che spiega: “Si è ritenuto scegliere la seconda modalità, quella di accesso diretto ai fondi, semplicemente perché vista l’urgenza di restituire alla cittadinanza l’uso della Piscina Comunale prevista per il 30 settembre non esistevano i tempi e le condizioni necessarie per attuare la prima procedura. Infatti questa avrebbe richiesto altri adempimenti preventivi (delegare una persona o una ESCO per operare per conto del comune e consegnare prima tutti i documenti al GSE tra cui la diagnosi energetica e solo poi procedere all’approvazione del progetto e alla consegna dei lavori) in quel momento incompatibili con l’interesse pubblico dominante. Pertanto nella consapevolezza che nulla sarebbe cambiato si è allora deciso di richiedere il finanziamento mediante la seconda procedura per cui l’Ente si è già reso parte attiva“.

 

Marcotulli: “Centrale termica della piscina, si poteva accedere a un contributo da 65.000 euro”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X