facebook twitter rss

Il Medioevo torna in vita per accogliere il Palio 2018, protagoniste Campolege e Campiglione

FERMO - Appuntamento fissato domenica 29 luglio a partire dalle 19 nella suggestiva Porta San Giuliano dove sarà allestita la cerimonia di arrivo del drappo
Print Friendly, PDF & Email

Un momento dell’edizione 2013

di Redazione CF

foto Simone Corazza

L’attesa dei contradaioli fermani per vedere da vicino il Palio 2018, realizzato dall’artista sangiorgese Raffaele Iommi, sta per finire. Appuntamento fissato domenica 29 luglio a partire dalle 19 nella suggestiva Porta San Giuliano dove sarà allestita la cerimonia di arrivo del drappo. Un evento che, ogni anno, viene riproposto in una diversa porta storica della città di Fermo e che vede l’organizzazione affidata a due contrade. Ora tocca a Campolege e Campiglione. Per l’occasione sarà allestito, come già avvenne per la prima volta  nel 2013, un vero e proprio borgo medievale con botteghe dei mestieri e tanto altro che vedrà il coinvolgimento di tutte le contrade. Uno spettacolo da non perdere per tutte le età.

“Si tratta di una nuova formula – spiega il Priore di Campolege Diego Zappalà – mentre infatti prima il Palio veniva accolto alla porta e poi trasportato in piazza per la sua esposizione davanti a tutti i priori, quest’anno il Palio sarà scoperto all’interno del borgo e poi verrà portato in processione alla chiesa di Santa Lucia dove Padre Andrea Patanè procederà alla benedizione dei Priori”.

Il tutto in un’atmosfera unica tra hosterie, artisti di strada, giocolieri, mangia fuoco, effetti speciali con luci,  musica,  spettacoli di arcieri medievali e tanto altro. Presente anche il bancone alchemico a cura dei Chimici della scuola superiore Itt Montani, classe guidata dalla professoressa Teresa Cecchi. Come da tradizione il Palio sarà trasportato dalla delegazione dell’Armata di Pentecoste proveniente da Monterubbiano, alle 22.30 circa.

 

LE IMMAGINI DELL’EDIZIONE 2013

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X