facebook twitter rss

Nasic subentra e risolve
l’amichevole tra Carpi e Fermana

CALCIO - Dimenticato il Perugia, gli uomini di Flavio Destro dimostrano un’evoluzione fisica e psicologica e vincono di misura nell’altra sfida di cartello contro la formazione di Serie B allenata da Enrico Bortolas. I modenesi imballati dai carichi di lavoro si arrendono alla rete di Nasic ad inizio ripresa
Print Friendly, PDF & Email

I giocatori di Fermana e Carpi in campo prima del fischio d’inizio

FANANO (MO) – Secondo test stagionale per i canarini di Flavio Destro, nel pomeriggio odierno chiamati a vedersela in amichevola con la società “consorella” (visti le numerose operazioni di mercato intercorse dalla passata stagione sull’asse fermano-modenese). Ne è scaturito un match piuttosto equilibrato, condizionato dagli impegnativi carichi di lavoro tipici della preparazione pre-campionato e deciso dalla zampata di Nasic su assist di Misin. I canarini confermano l’ottimo lavoro sinora svolto dallo staff tecnico in ritiro e vendica il 2-0 subito contro un’altra nobile di B come il Perugia.IL TABELLINO

CARPI 0: Pasotti, Frascatore, Sabbione, Nzola, Giorico, Tutino, Piu, Poli, Jelenic, Barnofsky, Pachonik. Subentrati: Colombi, Piscitella, Concas, Malcore, Van Der Heijeden, Franchini, Pasciuti, Saric, Mastroianni, Fofana. All. Enrico Bortolas

FERMANA 1: Valentini (40′st Basili), Colonna, Guerra (1′st Sarzi Puttini), Urbinati (1′st Ngoy), Comotto (1′st Malavolta), Soprano (16′st Serafini), Maurizi (1′st Misin), Grieco (1′st Kaluang Bwanga), Cremona (1′st Kacorri), Zerbo (10′st Nasic), Montagnoli (10′st Palumbo).  A disposizione: Trevisani, Kpama, Meijas, Raccichini. All. Flavio Destro

ARBITRO: Matteo Mori di La Spezia; assistenti Benedetto Torraca di La Spezia e Matteo Della Monica di La Spezia

RETI: 14′ st Nasic

Il saluto tra le due formazioni

LA CRONACA

Alle ore 17.00 di questo pomeriggio Carpi e Fermana hanno aperto le danze sportive nel match amichevole di Fanano. I modenesi hanno dovuto rinunciare a Machach, fermatosi nel riscaldamento, inserendo nell’undici titolare Nzola, mentre i fermani per indisponibilità hanno dovuto fare a meno di Cognigni, Marozzi, Amendola, Massaroni, Ginestra, D’Angelo, Iotti e Clemente. 

Nel primo tempo le due formazioni appaiono piuttosto impegnate a studiarsi, fronteggiandosi a centrocampo e rimanendo arroccate in difesa. Pochi i sussulti regalati ai 400 presenti, in attesa del rodaggio dei motori dei due collettivi. Gli unici due squilli dei quarantacinque minuti iniziali sono di marca emiliana, con Poli che prima di testa sfiora il palo sul traversone di Jelenich e pochi istanti più tardi impensierisce la difesa gialloblù da palla franca. La Fermana può recriminare solamente per il gol divorato da Kacorri a portiere battuto.

Nasic esulta per il gol

 Nella ripresa il tecnico di Rivoli opta per un 4-4-2 con l’innesto di Nasic sulla corsia sinistra a rilevare Zerbo. Mossa che, dieci minuti più tardi, si rivelerà vincente: assist di Misin per il baby fantasista italo-bosniaco che si inserisce sul secondo palo e la appoggia in rete per il vantaggio gialloblù.

Al 26′ st  la formazione di Destro prende in mano la situazione e sfiora il raddoppio con un pallonetto di Ngoy che si rivela di poco alto sopra il montante. La reazione del Carpi è tutta in quattro minuti: al 35′ st Mastroianni sul corner di Frascatore non inquadra lo specchio e al 39′ Van Der Heijden, in fotocopia all’azione precedente, impatta bene la sfera ma indirizza male. Negli sgoccioli di gara è Tutino a tentare di acciuffare il pari ma il risultato finale non varia.

Paolo Gaudenzi

Leonardo Nevischi

 

Articoli correlati:

Primo test per la Fermana, sul neutro di Sarnano il Perugia vince 2 a 0


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X