facebook twitter rss

Il comico Capodaglio alla conquista
di Rocca Tiepolo: “Vi racconto
il mio viaggio”

PORTO SAN GIORGIO - Lo spettacolo dello stand up comedian sangiorgese in programma il prossimo 31 agosto, alle 21,30, nella splendida cornice della rocca cittadina. Capodaglio svela i retroscena del suo show
Print Friendly, PDF & Email

Francesco Capodaglio

Lo stand up comedian sangiorgese, Francesco Capodaglio, pronto a conquistare la “roccaforte” della sua città. Partito, infatti, il conto alla rovescia per il suo spettacolo che si terrà a Rocca Tiepolo il prossimo 31 agosto, alle 21,30. Uno spettacolo che promette scintille tra le storiche mura della rocca sangiorgese.

“Questo spettacolo – spiega Capodaglio – è stato completamente pensato e scritto, per essere testimone di un evoluzione, di un cambiamento, ancor di più, di una consapevole, seppur ritardata consapevolezza. Quella del ricalcolo di rotta. Perché a 41 anni un uomo si rende conto che la vita è un magnifico ed imprevisto gioco delle parti? Perché è diventato padre, perché le responsabilità non vanno a toccare solamente la sua vita e perché prima o poi crescere, capire chi si vuole essere e perché, diventa inevitabile, quanto da inguaribile sognatore romantico, nostalgico, ti ritrovi a dover avere a che fare con gli adulti. Ma non è tutto così bello, anzi.

Gli adulti hanno perso, per colpa di una società ipocrita e capitalista, la voglia di star bene per le cose semplici, a discapito di tutto ciò che ci ha portato fino a qui. Il sacrificio di chi ci ha cresciuto senza tutte le comodità di oggi, senza l’insensato “odio”, né l’invidia, la rabbia che insensatamente nutriamo nei confronti degli altri.
Questo spettacolo è un viaggio. Il mio, come spunto di riflessione, il nostro, come punto di arrivo. Il comico è un disperato, che raccoglie, assorbe, somatizza e trasforma in risata, attraverso una sua personale logica, passando per il suo “sbilenco” punto di vista, tutte le stranezze di una società, che guardando avanti, dimentica da dove è venuta, tralasciando origini e ricordi, che sono obsoleti ma che poi, alla fine della fiera, hanno fatto la nostra storia.
Se è troppo complicato e contorto da capire, lo capisco! Io, ancora sto cercando di venirne a capo. Se mai ce la farò. Ma come è uso comune dire, è il pensiero che conta se, aggiungo io, hai una buona testa per contenerlo”. In caso di maltempo, lo spettacolo si terrà al teatro comunale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti