facebook twitter rss

Dalla leggendaria Quintilia alla Venerabile Carboni: Montefalcone Appennino svela le sue storie

EVENTI - Numerosi i luoghi protagonisti di “Montefalcone Appennino nascosto. Le Marche fantastiche che non conosciamo”, l'iniziativa ideata dal Fai Delegazione di Fermo che domenica prenderà il via a partire dalle ore 10 per proseguire fino alle 22
Print Friendly, PDF & Email

Il chiostro del Convento di San Giovanni Battista ed il giardino Omenetti Tronelli. Il Museo Felici ed il Teatro comunale. La mitica Osteria “da Quintilia” ed il chiostro della casa natale della Venerabile Carboni. E poi la torre del castello, il centro storico, il sentiero Tirassegno/Fonte di San Francesco e la Chiesa di Santa Maria delle Scalelle. Saranno questi i luoghi protagonisti di “Montefalcone Appennino nascosto. Le Marche fantastiche che non conosciamo”, l’iniziativa ideata dal Fai Delegazione di Fermo che domenica 16 settembre prenderà il via a partire dalle ore 10 per proseguire fino alle 22.

Numerosi gli interventi che si susseguiranno durante la giornata: da Antonio Attorre (Ricordando la leggendaria Osteria “da Quintilia”) a Fra Giuseppe Bartolozzi (Matteo da Bascio e la riforma dell’Ordine dei Cappuccini a Montefalcone Appennino”); da Ugo Bruni (“Il paese di Montefalcone Appennino e le sue peculiarità urbanistiche”) a Padre Gabriele Ferlini, Padre Giorgio Mazurkiewic e Padre Raimondo Micoletti (“Vita e Spiritualità della Venerabile Paola Renata Carboni da Montefalcone Appennino – Il processo di canonizzazione della Venerabile Paola Renata Carboni”); da Giulia e Stefano Corsi (intermezzi musicali eseguiti al violino della Venerabile Carboni) ad Enrico Giannini (“Illustrazione del Convento di San Giovanni Battista – Singolarità artistiche del Polittico dell’Alamanno – La sacralità dell’acqua dal Mediterraneo Orientale ai Sibillini e la Fonte di San Francesco – La chiesa di Santa Maria delle Scalelle”); da Adolfo Leoni (“Montefalcone Appennino e il tiranno tradito: storia di Rinaldo da Monteverde”) a William Liberatori ed Elisa Milani (“La storia del Museo Felici di Montefalcone Appennino e della sua collezione di fossili”); da Maria Luisa Omenetti Tronelli (“Storia del Giardino Omenetti Tronelli – Vita privata di Osvaldo Licini a Montefalcone Appennino”) ad Alessandra Tomassetti (“I murales dimenticati di Montefalcone: un viaggio nel 1963”, un tour dei murales per le vie del borgo – in caso di maltempo si terrà una conferenza); infine da Alessandro Tossi (“Nel nido del falcone: natura e ambiente di Montefalcone Appennino”, una facile passeggiata naturalistica dal Tirassegno alla Fonte di San Francesco – in caso di maltempo si terrà una conferenza) a Marina Verzulli (accompagnamento musicale itinerante alla chitarra).

L’ingresso è gratuito ma è prevista la possibilità di un contributo libero, il cui ricavato sarà devoluto agli scopi istituzionali della Fondazione. Per gentile concessione della comunità degli Agostiniani Scalzi di Fermo la Delegazione destinerà il ricavato della vendita delle biografie della Venerabile Carboni al restauro dell’affresco di Santa Maria delle Scalelle (1476) di Montefalcone Appennino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X