facebook twitter rss

Il caso scuola di Casette non si spegne, venerdì un’assemblea pubblica

SANT'ELPIDIO A MARE - Ad organizzare il confronto il consigliere di Forza Italia Roberto Greci: "Vicenda con troppe ombre e troppe situazioni poco chiare; temo che il trasferimento alla scuola Della Valle non sarà veloce come si vuol far credere"
martedì 18 Settembre 2018 - Ore 19:14
Print Friendly, PDF & Email

Il consigliere Roberto Greci e il sindaco Terrenzi nell’incontro della scorsa settimana con le famiglie dei bimbi di Casette d’Ete

Restano alti i toni a Casette d’Ete, dopo l’improvvisa decisione dell’Amministrazione comunale di chiudere la scuola infanzia di via La Masa, a causa degli insufficienti requisiti di sicurezza dello stabile (ad oggi manca l’analisi di vulnerabilità sismica). Mentre i 76 bambini rimangono a casa, dato che per loro le lezioni inizieranno lunedì 24 settembre nelle aule della materna Martinelli al capoluogo, resta forte il malcontento tra i cittadini della frazione.

A promuovere un’assemblea pubblica per fare chiarezza sul caso è il consigliere di Forza Italia Roberto Greci, che ha organizzato l’incontro per venerdì sera, 21 settembre, alle ore 21 alla sala parrocchiale adiacente la chiesa del Ss. Redentore. Un appuntamento “per fare chiarezza su una situazione intorno alla quale sono ancora troppi i punti d’ombra e le questioni poco chiare – spiega Greci – L’ho proposta dopo aver parlato con i genitori. Credo che per evitare il diffondersi di comunicazioni fuorvianti, un dibattito chiaro, carte alla mano, permetterà a tutti di farsi un’idea più consapevole. Spero partecipino anche i consiglieri di maggioranza di Casette d’Ete, Marco Mariani ed Andrea Rossi, sarà utile per comprendere le loro posizioni e per dimostrare interesse alla vicenda».

Greci evidenzia diversi aspetti su cui far luce. “Restano tanti dubbi, che temo non si chiariranno mai, intorno alla famosa lettera anonima e tanti altri dettagli. La carne al fuoco è molta, oltre a parlare di ciò che è successo sarà importante parlare del futuro. Di certo la gestione di tutta questa storia da parte dell’Amministrazione comunale è stata molto infelice”. Secondo il consigliere di Fi, “è singolare che se non ci fosse arrivata quella lettera, nessuno in Comune si sarebbe posto il problema della sicurezza della scuola infanzia e della mancanza del certificato di vulnerabilità sismica. Credo che l’ente avrebbe dovuto accertarsi molto prima della regolarità delle strutture scolastiche. E dato che non tutte, come ha ammesso il sindaco Terrenzi, ad oggi dispongono del certificato sulla vulnerabilità, la disparità di trattamento appare evidente”.

Greci nota infine come il trasferimento della scuola infanzia all’interno della primaria Della Valle non sia semplice come promesso. “Spero che i tempi possano essere davvero rapidi, io ho qualche dubbio. Anche se andasse tutto per il meglio, per trovar spazio alle nuove aule si perderebbe una sala pubblica molto utilizzata, che ha spesso accolto appuntamenti di qualità. Una perdita per Casette d’Ete e tutti i cittadini”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X