facebook twitter rss

Mareggiate, Marina Palmese resiste
grazie all’installazione della scogliera

FERMO - "Un lavoro che ha evitato che le mareggiate provocassero danni - rimarca il sindaco Calcinaro - come invece accaduto nel febbraio 2015 ed in altri eventi atmosferici che avevano comportato per il Comune conseguenti spese di ripristino"
Print Friendly, PDF & Email

Erosioni e mareggiate hanno caratterizzato le coste italiane in questi giorni di maltempo con danni anche lungo il litorale marchigiano.

“Si è rivelato utile ed efficace – ha detto il sindaco Paolo Calcinaro – il lavoro condotto nei mesi scorsi a Marina Palmense con l’installazione della scogliera, proprio per contrastare l’erosione lungo il litorale. Un lavoro che ha evitato che le mareggiate provocassero danni, come invece accaduto nel febbraio 2015 ed in altri eventi atmosferici che avevano comportato per il Comune conseguenti spese di ripristino, in questi casi oscillanti fra i 30 ed i 50 mila euro. Un esempio quello delle scogliere di come sia importante risolvere concretamente problematiche per la città e per il quartiere come in questo caso”.

“Sulle opere di difesa costiera stiamo investendo – ha affermato l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani – proprio perché crediamo sia necessario dover intervenire per difendere le nostre coste da eventi atmosferici con un’azione preventiva mirata e, se si agisce come in questo caso a Marina Palmense, poi gli interventi si rivelano efficaci e rispondenti all’obiettivo”.

“Per poter rispondere in modo adeguato alla vocazione turistica di Marina Palmense – ha aggiunto l’assessore Mauro Torresi – anche azioni come questa sono necessarie e funzionali all’obiettivo di valorizzare la costa”.

Marina Palmense, che come noto è interessata da un’altra azione sulle opere di difesa della costa, ovvero la realizzazione delle scogliere lungo il litorale sud per cui a giugno scorso è stato sottoscritto un accordo di programma fra Comune di Fermo, Regione Marche e Rete Ferroviaria Italiana e che ha per oggetto la progettazione, l’appalto e l’esecuzione delle stesse opere di difesa per un importo di 1.600.000 euro. Un intervento a protezione della costa e delle infrastrutture, con cinque scogliere a mare, in grado di proteggere 900 metri di costa, che verranno posizionate nel tratto a sud delle scogliere emerse esistenti. Il progetto definitivo è stato inviato a Regione e RFI per il pronunciamento con parere ai fini dell’approvazione del successivo progetto esecutivo.

Senza dimenticare, sempre in tema di difesa costiera, il lavoro di completamento del prolungamento delle scogliere emerse a difesa del litorale di Lido Tre Archi e Casabianca, per le quali oggi è stata indetta la procedura negoziata, alla quale parteciperanno le ditte sorteggiate a seguito dell’avviso di manifestazione d’interesse.

I danni nel febbraio 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti