facebook twitter rss

“Nuovo consiglio espressione
di una classe politica ‘vecchia’, già vista”
il M5S non voterà per le Provinciali

PROVINCIA - Il Movimento 5 Stelle: "Restiamo in attesa dell'unica cosa sensata: il superamento della riforma Delrio"
Print Friendly, PDF & Email

Il Movimento 5 Stelle è categorico: i suoi consiglieri non parteciperanno alle votazioni per il rinnovo del consiglio provinciale. La conferma arriva con una nota del M5S del Fermano sottoscritta dai consiglieri di Fermo Marco Mochi e Mirko Temperini, di Porto Sant’Elpidio Moira Vallati, di Monte Urano Alessandro Quinzi e Danilo Santini, di Sant’Elpidio a Mare, Roberto Sabbatini, di Montegranaro Barbara Montalto e di Montegiorgio Simone Vecchi. 
“Se alcuni articoli apparsi sulla stampa avevano già dato tutto per scontato la realtà è di gran lunga più complessa e, almeno per il Movimento 5 Stelle, è sempre il frutto di confronto e dialettica.
Solo ieri sera e con l’unanimità di tutti i partecipati si è preso atto di quella che è oggi la realtà politica della nostra Provincia. Poche idee e confuse.
Soprattutto decine di telefonate da parte di candidati. Pronti a parlar male degli altri, anche dei loro stessi colleghi di lista.
Il prossimo consiglio sarà ancora espressione di una classe politica già vista e ‘vecchia’, per facce ed abitudini elettorali. Soprattutto gli schieramenti di oggi cambieranno in corso d’opera con le solite logiche.
Noi staremo fuori da queste logiche e non andremo al voto.
Ai cittadini non è permesso votare e soprattutto non è neanche concesso di sapere quali saranno i programmi delle liste in campo, quale sarà ad esempio la posizione dell’una e dell’altra parte perlomeno in materia di rifiuti.
Il Movimento resta in attesa dell’unica cosa sensata: il superamento della riforma Delrio

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti