facebook twitter rss

Riabita: innovare nella costruzione
e ricostruzione post-sisma
FOTO e VIDEO

FERMO - Fino a domenica Riabita: sicurezza, ricostruzione eco-compatibile, nuovi materiali, arredo, risparmio energetico, domotica, mobilità elettrica
Print Friendly, PDF & Email
Inaugurazione Riabita 2018 al Fermo Forum

di Alessandro Giacopetti, foto e video Simone Corazza

Ha aperto oggi oggi i battenti l’edizione 2018 di Riabita presso il Fermo Forum nella zona industriale Girola. Da venerdì 9, a domenica 11 novembre quarta edizione di un appuntamento nato nel 2015 che punta sui temi della sicurezza, ricostruzione compatibile con l’ambiente, risparmio energetico e utilizzo di energia derivante da fonti rinnovabili, senza trascurare la domotica, la videosorveglianza, e il trend del momento, ovvero la mobilità elettrica in auto e scooter. Già da stamattina si sono viste scolaresche in visita tra i padiglioni per conoscere le proposte del salone dell’abitare.

Taglio del nastro affidato a varie autorità e partner di Riabita, tra cui il neo presidente della Camera di Commercio regionale, Gino Sabatini, il vicegovernatore della Regione Marche, Anna Casini, l’assessore all’Urbanistica del Comune di Fermo, Francesco Nunzi.

Anna Casini, oltre a rappresentare l’ente regionale è anche architetto e in questa doppia veste ha affermato: “Riabita cresce nella qualità del costruire, trattando la riduzione dell’inquinamento, il risparmio energetico e l’innovazione di materiali. La fase del post-sisma è un’opportunità per ricostruire in modo diverso e migliore coinvolgendo professionisti dei vari settori”.

“Un appuntamento interessante – lo ha definito l’assessore comunale Francesco Nunzi, architetto anche lui – perché coniuga la parte espositiva alla formazione dei professionisti, quindi serve a capire il tema del riutilizzo del recuperabile, affiancandolo all’uso di tecnologie nuove”.

Per Gino Sabatini, neopresidente camerale delle Marche: “Sono temi importanti per la ricostruzione in una regione molto colpita dal sisma. Il sistema camerale deve essere affianco a Riabita dove non ci sono solo le aziende. Qui si parla di risparmio energetico e uso di materiali innovativi coinvolgendo le scuole e formando i professionisti. La Camera di Commercio delle Marche è la quinta in Italia e puntiamo a facilitare la partecipazione delle imprese a Riabita. Questo percorso lo faremo affiancandoci alla Regione Marche, collaborando con le associazioni di categoria, progettando e tracciando anche le linee per un nuovo modello di ricostruzione post-sisma e di economia”.

Ad organizzare Riabita è la Service Promotion di cui Maurizio Capponi è responsabile Marketing: “In un’epoca dove imperversa il digitale, è importante una fiera dove le cose si toccano con mano e si vedono – ha sottolineato – E’ una fiera aperta alle famiglie e a privati cittadini attenti ai temi trattati in questi tre giorni. Oggi il tema del clima è fondamentale per la qualità della vita”, ha concluso Capponi al termine del giro di interventi della mattinata.

Ad occuparsi della parte scientifica e dei convegni è l’architetto Danilo Colletti. Riabita ospita oltre 150 aziende da tutta Italia su 7.500 metri quadrati espositivi in cui trovare ricerca di nuovi materiali eco-compatibili e nuove metodologie costruttive. Coinvolti nei vari appuntamenti in calendario anche professionisti, ordini dei categoria, associazioni e cittadini sensibili ai temi di nuove costruzioni, ristrutturazioni e tutela dell’ambiente.

Già dal primo giorno – venerdì 9 – avranno luogo due degli importanti convegni che fanno da corollario alla ormai affermata e consolidata manifestazione. La Lega del Filo d’Oro con “Una casa in tutti i sensi” centrerà l’importanza di un’abitazione accessibile per abbattere le barriere dell’isolamento. La qualità dell’ambiente indoor: benessere e salute negli spazi abitativi è il secondo tema trattato. L’aria che si respira negli spazi chiusi, la sua salubrità, la sicurezza e le prestazioni energetiche, insieme al rapporto tra natura ed architettura con l’approfondimento sui materiali da costruzione eco-compatibli, saranno gli argomenti affrontati dai vari relatori di aziende, associazioni, ordini professionali ed Unicam. Al mattino, a cura di Mapei Academy, si è svolto un seminario su Le strutture esistenti: impermeabilizzazione, rinforzo strutturale e risanamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti