facebook twitter rss

Svuota Cantine, la solidarietà che nasce dai social e popola la piazza

FERMO - Nata da un dialogo sul gruppo Facebook "Amici di piazza del Popolo, l'iniziativa ha incontrato il favore di alcuni cittadini e la collaborazione dell'assessorato al Commercio del Comune
Print Friendly, PDF & Email

Piazza del popolo si prepara alla prima edizione dell’iniziativa solidale Svuota Cantine, dopo il rinvio della manifestazione avvenuto causa maltempo domenica 4 novembre. Contestualmente l’azienda municipalizzata Asite presenterà in un punto informativo il progetto del Centro del Riuso, che partirà a dicembre (LEGGI QUI). Sabato 10 novembre, quindi, dalle ore 10 alle 20 in piazza del Popolo a Fermo, comuni cittadini, alcuni organizzati anche in gruppo, allestiranno i propri banchi con prodotti usati o nuovi in buono stato di ogni tipo, dall’abbigliamento, all’arredo, alle nuove tecnologie.  Nato da uno scambio tra utenti del social network Facebook è ideato dal consigliere comunale con delega al Centro Storico, Luigi Rocchi, organizzato da Eventi Nostop di Monica Ferracuti, il patrocinio del Comune di Fermo, assessorato al Commercio. Valeria Donzelli, Vittorio Ferracuti e Luca Tintinelli. Oggi chiusura delle iscrizioni a 10 euro, il cui ricavato andrà in beneficenza al progetto “Un’aula per Pippo”, voluto dal professor Bruno Donzelli, in Kenya, alla Majengo Nursery School. Obiettivo: ristrutturare un’aula e portare colori, penne, quaderni, libri in inglese e, se la quota raccolta lo permetterà, anche una lavagna per i piccoli alunni. L’aula sarà intitolata a Filippo Murga Lara, scomparso nel 2017 in un incidente. L’iniziativa è patrocinata dall’assessorato al Commercio del Comune di Fermo. Entrambi i genitori saranno presenti alla manifestazione all’interno della bancarella allestita dai residenti di via Francesco Sforza Nelle intenzioni degli organizzatori, l’appuntamento potrebbe diventare una data fissa annuale da segnare sul calendario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti