facebook twitter rss

Al Bruno Recchioni
vincono gli avvocati

FERMO - I principi del Foro di Fermo trionfano sui Magistrati della Regione Marche per 4 reti a 2 nella sfida calcistica di oggi pomeriggio, momento ludico conclusivo della "Giornata della Legalità". Ma la vittoria è di tutti quando le due diverse figure legate alla giustizia si confrontano con rispetto: divertito e soddisfatto il procuratore generale presso la corte di Appello delle Marche, Sergio Sottani
Print Friendly, PDF & Email

di Silvia Remoli

 

FERMO – Non dentro ad un aula, ma su di un campo da calcio, o meglio “il campo da calcio per eccellenza”,  il Bruno Recchioni, stadio cittadino in cui la Fermana FC sta disputando il suo secondo anno di campionato professionistico di serie C; non con la toga ma con calzoncini corti e scarpette a 13 tacchetti; non con codici civili o penali tra le mani, ma con il pallone tra i piedi.

E se in tribunale l’ultima parola spetta al giudice in virtù del brocardo “La legge è uguale per tutti”, oggi, a decidere,  è stato il fischietto dell’arbitro Verrucci, comunque terzo ed imparziale. Ed è cosi che alle ore 15.00 di si è disputata la partita tra gli Avvocati del Foro di Fermo e la Rappresentativa Regionale Magistrati, capitanati rispettivamente dall’avvocato Alessandro Ciarrocchi e dal dottor Sergio Sottani, Procuratore Generale presso la Corte di Appello delle Marche. Quest’ultimo in mattinata ha visitato le scuole medie per parlare di legalità e per avvicinarsi ai giovani prestando l’orecchio alla loro idea di giustizia.

Il match sportivo tra le due compagini è stata la giusta conclusione della “Giornata della legalità”, appuntamento che ha dimostrato ancora una volta l’intento di collaborazione e di reciproco ascolto tra le due figure che, troppo spesso nell’immaginario collettivo, risultano nettamente contrapposte.

Momenti come quello odierno danno spunto di riflessione a tutti sulle tante e delicate problematiche legate alla giustizia e costituiscono un punto di partenza per nuovi ed utili dibattiti a riguardo.

A sostenere le due squadre non sono mancati colleghi e familiari, tra cui le giovani mascotte portafortuna che indossavano la t-shirt con il logo di questo evento: presenti anche l’assessore allo sport Alberto Maria Scarfini e il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Fermo, l’avvocato Francesca Palma, che, oltre a tifare i suoi principi del Foro, ha premiato i protagonisti con una targa ricordo.

Impegno e sacrificio in campo, serietà ma anche divertimento: non sono mancate emozioni ed ilarità e dopo due combattutissimi tempi da 30 minuti ciascuno, gli avvocati hanno ribaltato il vantaggio dei magistrati, portando a casa  (o meglio al Foro di Fermo) la vittoria per 4 reti a 2.

I marcatori: per gli avvocati Monaldi, Leti e Lignite (doppietta per quest’ultimo), per i magistrati Simonelli e Destro.

La squadra dei magistrati

I vincitori del match, gli avvocati del foro di Fermo con le loro piccole mascottes

L’avvocato Francesca Palma premia il dottor Sergio Sottani assieme all’assessore Scarfini

Il capitano della squadra degli avvocati, Alessandro Ciarrocchi

L’arbitro della partita Joris Verrucci

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti