facebook twitter rss

Futsal Cobà, pareggio
contro il Marigliano

SERIE A2 - La sesta giornata di calendario porta agli Sharks l'amarezza di aver gettato alle ortiche un generoso vantaggio recuperato in corso d'opera dal quotato avversario campano. La sfida pomeridiana del PalaSavelli si è chiusa sul 3-3
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SAN GIORGIO – Un pareggio che lascia l’amaro in bocca quello che gli Sharks hanno ottenuto nella gara casalinga di oggi contro il Futsal Marigliano.

Non tanto perché si fosse certi di portare a casa l’intera posta al cospetto di una squadra che ha dimostrato di meritare l’ottima posizione di classifica, ma più che altro per il primo tempo concluso con il doppio vantaggio, diventato addirittura triplo a inizio ripresa.

IL TABELLINO

FUTSAL COBA’ 3: Moretti, Basso, Vavà, Sgolastra, Lamedica; Ossorio, Bagalini, Zacheo, Douglas, Guga, Mazoni, Quondamatteo. All. Alexandre De Souza Cafu

ACADEMY FUTSAL MARIGLIANO 3: Alasztics, Zamboni, Voloninno, Di Luccio, Galletto; Virenti, Francini, Ghouati, Colalongo, Alves, Adinolfi, Liccardo. All. Javi Rodriguez

ARBITRI: Marco Villanova e Lorenzo Agostinelli di Bari

RETI: 5’57” pt Mazoni, 9’57” pt Sgolastra, 1’00” st Vavà, 2’15” st Di Luccio, 8’40” st e 14’00” st Galletto

LA CRONACA

Andando con ordine, stavolta è stato molto positivo l’approccio alla gara. Reattività, impegno e determinazione hanno portato i loro frutti sotto forma dei gol di Vinicius Mazoni dopo quasi sei minuti (ben servito da Ossorio) e di Sgolastra dopo un dialogo veloce e preciso con Lamedica.

Tante le azioni ben congegnate e meritato il 2 a 0 con cui si è andati al riposo. Nella ripresa, dopo appena un minuto, è Vavà in contropiede a sfruttare il quinto di movimento avversario per un gran gol che vale il 3-0.

I campani hanno il merito di non disunirsi e continuare con la tattica del portiere di movimento: due minuti dopo l’1-3 di Di Luccio riapre lo spiraglio che si rivelerà quello giusto. Infatti da questo momento sale in cattedra il cecchino Galletto che segna uno splendido 2 a 3 e poi sfrutta un calcio di punizione pareggiando i conti. Inutili i successivi disperati tentativi degli Sharks.

L’aver accettato forse troppo supinamente l’attacco altrui con il quinto di movimento, qualche scelta di gioco importante sbagliata e un certo imbarazzo appena le cose hanno preso una piega poco incoraggiante, sono alla base di questa mancata vittoria. Tuttavia, anche nel momento non positivo e con un paio di elementi al di sotto del loro standard, si sono viste le prerogative per poterne uscire. È ancora molto presto, e non è stato potuto ancora schierare il cecchino Juanillo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti