facebook twitter rss

Ancona da pronostico,
la Emmont paga pegno

VOLLEY - Sul fondo di gioco di Casette d'Ete le doriche dimostrano ancora un volta i propri valori, sempre imposti alle avversarie di turno da inizio stagione con perentori 0-3. Nulla di compromesso per le giovani di coach Lorenzoni, attese sabato in quel di Morrovalle
Print Friendly, PDF & Email

SANT’ELPIDIO A MARE – La legge delle più forti ha prevalso anche sulle giovani della Emmont Volley. La Junors Ancona si conferma un rullo compressore, 5 gare tutte vinte per 3 a 0. Attualmente nessuna formazione eguaglia il suo primato nelle Marche tra serie C e serie D femminile, non c’è che dire. Squadra tecnicamente inappuntabile con grandi qualità difensive ed un attacco non strabordante ma preciso e puntiglioso. Il rammarico è che le “terribili matricole” di coach Lorenzoni non hanno combattuto come sanno fare, fin da subito. Hanno lasciato nello spogliatoio tutta la spavalderia e la volitività della loro giovane età.

IL TABELLINO

EMMONT VOLLEY 0: Xhafa, Nardella, Sgariglia, Santandrea, Pesci, Ben Yahia, Corradetti, Pediconi, Santarelli, Valentini, Marcantoni, Tulli (L.). All. Lorenzoni

G.S. JUNORS ANCONA 3: Rinaldi, Ricci, Giuliani, Giacchetta M., Galli G., Renzi, Gabrielloni, Galli I., Antonini, Popa, Bisognini, Pilesi (L1), Giacchetti (L2). All. Pica

PARZIALI: 9-25; 23-25; 17-25

LA CRONACA

Occorreva un approccio mentale differente per sfidare una formazione matura e decisamente esperta come la Junors Ancona. Se tralasciamo il primo set dove le elpidiensi hanno fatto “scena muta”, dopo soli 17′ si è andati al cambio di campo, nel secondo ed a tratti nel terzo parziale Santarelli & Co. hanno cercato di fare la loro parte. Purtroppo la convinzione di poter battere le esperte avversarie non è mai stata nella testa delle elpidiensi.

A conferma di ciò è che nei momenti topici dei due set sono stati più gli errori delle locali a rimettere in gioco le avversarie che non le potenziali bordate delle esperte anconetane.

Una sconfitta che non cambia la sostanza e non stravolge certo l’eccezionale cammino di stagione. Il percorso delle ragazze del rettangolo di gioco di Casette d’Ete è acquisire sicurezza nelle proprie capacità e migliorare le rispettive qualità tecniche. Un processo di crescita che lo staff della Emmont consapevolmente sta portando avanti e che le “terribili matricole” con tanta abnegazione, con profonda umiltà e la fondamentale voglia di fare, potranno acquisire e capitalizzare.

Sabato pomeriggio (ore 17.00) di nuovo in campo, si va a Morrovalle contro la Cgf di Pranzetti, dopo la prima della classe si affronterà il fanalino di coda, testa a posto e determinazione.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti