facebook twitter rss

Con ‘Allez les Marche’ l’enogastronomia
regionale fa innamorare Bruxelles

BRUXELLES - All’Eno Atelier di Bruxelles è andata in scena una degustazione di tipicità, con i piatti forti della tradizione marchigiana. Un ricco menù, particolarmente apprezzato, che comprendeva ciauscolo e pecorino, gnocchetti al pomodoro, frittura mista di olive ascolane e cremini, salame al cioccolato e vini della zona
Print Friendly, PDF & Email

Grande successo per la degustazione di prodotti tipici organizzata dall’associazione dei marchigiani a Bruxelles

Biglietti sold out e grande successo per il “San Martino marchigiano”, che domenica 11 novembre ha portato le specialità eno-gastronomiche delle Marche nel cuore dell’Unione europea. L’evento è stato organizzato dall’associazione “Allez les Marche”, che raccoglie i marchigiani che vivono a Bruxelles, e ha visto una grande partecipazione, sia di italiani che di europei.

“All’Eno Atelier di Bruxelles – fanno sapere proprio dalla Allez les Marche – è andata in scena una degustazione di tipicità, con i piatti forti della tradizione marchigiana. Un ricco menù, particolarmente apprezzato, che comprendeva ciauscolo e pecorino, gnocchetti al pomodoro, frittura mista di olive ascolane e cremini, salame al cioccolato e vini della zona.

Le specialità sono state offerte e illustrate ai partecipanti direttamente da alcuni produttori marchigiani che per l’occasione sono stati invitati nella capitale belga: Da Sergio Pasta Fresca (Fermo), Salumeria Papa (Recanati), le Vigne di Franca (Fermo) e Anisetta Rosati (Ascoli)”.

 

Allez les Marche è un’associazione senza scopo di lucro fondata nel 2017 da un gruppo di marchigiani residenti a Bruxelles, con l’obiettivo di mantenere vivo il legame con la propria regione e di promuoverne l’immagine in Belgio e nell’ambito delle Istituzioni europee a Bruxelles. Lo scorso anno l’associazione ha organizzato uno spettacolo di beneficienza con l’attore Giorgio Montanini, riuscendo a raccogliere fondi per dotare la scuola Pietro Alessandrini di Montefortino, fortemente danneggiata dal terremoto del 2016, di un’aula di informatica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti