facebook twitter rss

Videosorveglianza,
sette comuni del Fermano nel decreto Salvini,
Arrigoni e Lucentini: “Attenti alle esigenze”

FINANZIAMENTO - I comuni che hanno ottenuto la copertura del 50% dei progetti sono: Montegranaro, Monsampietro Morico, Porto San Giorgio, Ponzano di Fermo, Servigliano, Belmonte Piceno e Grottazzolina in provincia di Fermo
Print Friendly, PDF & Email

 

Il Senatore Paolo Arrigoni

“Nella giornata di lunedì il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha firmato il decreto che dà il via libera a un finanziamento di 37 milioni di euro, per il triennio 2017-2019, che servirà a realizzare 428 sistemi di videosorveglianza in altrettanti Comuni italiani”. Ad annunciarlo è il Senatore Paolo Arrigoni, Questore a Palazzo Madama e Responsabile della Lega nelle Marche, che esprime soddisfazione per un provvedimento volto a dare risposte concrete alla richiesta di legalità e di sicurezza da parte dei cittadini.  In provincia di Fermo sono stati inseriti nel finanziamento:  Montegranaro, Monsampietro Morico, Porto San Giorgio, Ponzano di Fermo, Servigliano, Belmonte Piceno e Grottazzolina.

“Nelle Marche – continua Arrigoni – è stata premiata la richiesta di finanziamento di ben 32 comuni con un contributo complessivo di circa 1.550.000 euro. La sola San Benedetto del Tronto riceverà un cofinanziamento di 531mila euro, ma quasi tutti i comuni rientrati nella graduatoria del Viminale potranno contare su oltre il 50% di quanto previsto dai singoli progetti per gli impianti di videosorveglianza. Anche in questa occasione il Governo, e in particolare il Ministro Salvini, si è dimostrato attento alle esigenze di un territorio come quello marchigiano in cui la pessima amministrazione del Partito Democratico, soprattutto per quanto riguarda sicurezza e immigrazione, ha reso indifferibili questi interventi”.

Mauro Lucentini

Mauro Lucentini, coordinatore provinciale delle Lega, entra nello specifico: “Il finanziamento riguarda il 50% dei progetti presentati. Quindi, ad esempio, nel dettaglio a Montegranaro, nel progetto complessivo da 15.900 euro ne verranno finanziati 7 mila e 900. A Monsampietro Morico nel progetto da 20.168 mila euro il finanziamento ammonta a quota 10 mila, a Porto San Giorgio di 91 mila Euro ne vengono finanziati 45 mila. E ancora a Ponzano da 28mila ne vengono finanziati 14, a Servigliano di 20 mila  ne vengono finanziati 10 mila, a Belmonte 11 mila su un totale di 22 e Grottazzolina che ha un progetto da 30 mila euro ne verranno finanziati 15mila  La cifra complessiva finanziata ammonta quasi a 100 mila euro nel Fermano. Come commissario provinciale non posso che esprimere la piena soddisfazione per questo via libera alla video sorveglianza a livello nazionale.  Non rimane ultima la Regione Marche e neanche la provincia di Fermo. L’azione di governo continua passando ancora una volta dalle parole ai fatti”.

Marco Marinangeli

La Lega Porto San Giorgio attraverso il referente locale Marco Marinangeli, esprime soddisfazione e ringraziamento per la firma del Ministro degli Interni Salvini del decreto, che porterà anche al comune di Porto San Giorgio, risorse finanziarie per eseguire progetti di video sorveglianza. “Il Governo ha stanziato un finanziamento per 428 comuni Italiani di 37 milioni di euro. Alle Marche sono stati assegnati 1.550.000,00 ripartiti su 32 comuni. La Lega ancora una volta dimostra concretamente di dare risposte alle richieste di legalità e di sicurezza dei cittadini. Questa scelta, come il decreto sicurezza e il potenziamento di 26 uomini della questura di Fermo in arrivo entro febbraio 2019, rappresentano come per il governo, la sicurezza per i cittadini sia una priorità concreta. Dopo tante parole negli ultimi anni da parte di chi governava sul tema sicurezza, finalmente La lega passa dalle parole ai fatti. Scelte e atti concreti per riportare più tranquillità ad un paese dove spesso a prevalere sono illegalità e disordine”.

Gli altri comuni della regione che hanno ottenuto il finanziamento sono: Macerata, Urbisaglia, Montelupone, Belforte del Chienti, Camerino, Montecosaro, Civitanova Marche, Caldarola, Colmurano, Appignano, Tolentino, Valfornace e Porto Recanati in provincia di Macerata; Pesaro, Monte Grimano Terme, Fano e Mondolfo in provincia di Pesaro Urbino; Loreto in provincia di Ancona; Ascoli Piceno, Arquata del Tronto, Offida, Monsampolo del Tronto, San Benedetto del Tronto, Montalto delle Marche, Ripatransone in provincia di Ascoli Piceno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page





Gli articoli più letti