facebook twitter rss

Con il Pmi Day di Confindustria
gli studenti fermani
entrano nelle aziende

ECONOMIA E SCUOLA - All'iniziativa hanno aderito il Carducci-Galilei e l'Ipsia Ricci, il Montani di Montegiorgio e l'istituto Omnicomprensivo di Amandola. Nei prossimi giorni una serie di momenti di informazione originali e importanti
Print Friendly, PDF & Email

A livello nazionale sono state oltre 1.000 le aziende coinvolte e circa 42mila i protagonisti delle visite e degli incontri dedicati a studenti e insegnanti delle scuole medie e superiori. Ascoli Piceno e Fermo quest’anno per la prima volta insieme nella realizzazione del Pmi Day, hanno coinvolto centinaia di persone, principalmente studenti e professori, ma anche famiglie.

Da Ascoli Piceno hanno aderito gli istituti superiori Mazzocchi – Umberto I e Fermi-Sacconi-Ceci, da San Benedetto del Tronto, l’Ipsia Guastaferro e il Liceo Scientifico Rosetti, il Leopardi di Cupramarittima, da Fermo il Carducci-Galilei e l’Ipsia Ricci, il Montani di Montegiorgio e l’istituto Omnicomprensivo di Amandola.

Molte anche le aziende partecipanti: Sabelli SpA, Instrumentation Laboratory SpA, Maflow BRS Srl, Restart Srl di Ascoli Piceno, Linergy Srl di Acquaviva Picena, IMAC SPA di Montefiore dell’Aso, Axis Di Forti Carlo di Monte Vidon Corrado, Da.Mi Srl di Sant’Elpidio A Mare, Steca Energia Spa, Toolk Academy Srl e Elitron Ipm Srl di Monte Urano, Hotel Horizon di Montegranaro, Sigma Spa di Monterubbiano e Mangimi Cruciani di Montappone.

Il Pmi Day che Confindustria organizza ormai da 9 anni, è la giornata nazionale delle piccole e medie imprese . “Una realtà che in Italia racchiude il 90% delle aziende – spiega Fabrizio Luciani, presidente Piccola Industria di Confindustria Centro Adriatico – una massa che permette all’Italia di essere un riferimento mondiale. Ci sono innovazione, internazionalizzazione, manifattura, c’è quell’intelligenza che va oltre il solo made in Italy. Ma questo è un sistema che ha continuo bisogno di rinnovamento, di capitale umano, di idee.”

“Quest’anno insieme al presidente Luciani – dichiara il vice Gianni Tardini – abbiamo voluto con forza allungare il Pmi Day, trasformandolo in un Education Week, primo esempio a livello regionale. Infatti, dopo la giornata nazionale odierna all’interno delle imprese, si proseguirà con una serie di momenti di informazione originali e importanti”.

Dopo il Pmi Day è previsto il Pmi Day-After di sabato 17 novembre, quando delegazioni di imprenditori di Confindustria Centro Adriatico entreranno nelle scuole allo scopo di conoscere da vicino programmi, processi formativi, laboratori; il Pmi Day-Ter, martedì 20 con i genitori e gli studenti a confronto in azienda con gli imprenditori; il Pmi Day-quater, giovedì 22, con un gruppo di studenti della facoltà di Ingegneria Gestionale dell’università Politecnica delle Marche in visita presso aziende associate interpreti dell’industria 4.0 e del metodo Lean e infine il 23 novembre, in occasione dell’Orientagiovani, con il convegno “Bene insieme. Scuola e impresa per il rilancio del territorio” dove rappresentanti di istituzioni, imprese, scuola, sistema confindustriale e camerale, alla presenza degli studenti della scuola media locale di Monsampietro Morico per parlare di formazione, di alternanza, di futuro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti