facebook twitter rss

Il Lanciano interrompe
il magic moment Sutor

SERIE C GOLD - Trasferta abruzzese amara per la Premiata, protagonista di un buon secondo quarto ma superata al rientro dal riposo lungo dalla Unibasket, che alla sirena si è imposta per 85-73. Gialloblu alla terza sconfitta di stagione ma nulla è compromesso, soprattutto viste le buone giocate gialloblù a cavallo della pausa lunga
Print Friendly, PDF & Email

Una fase del match di Lanciano

di Paolo Gaudenzi

LANCIANO – Abruzzo amaro. Nel pomeriggio odierno è infatti maturata la terza sconfitta stagionale per la compagine di coach Marco Ciarpella. 

La striscia di risultati utili consecutivi, iniziata con la vittoria interna sul Pisaurum, proseguita in esterna con il blitz di Falconara e che ha trovato conforto con l’ultimo successo della Bombonera sul Foligno, si è interrotta sul parquet lancianese del quintetto di Cukinas & Soci.

IL TABELLINO

UNIBASKET LANCIANO 85: D’Eustachio 6, Cukinas 21, Adonide 10, Mordini 13, Martelli 8, Masciopinto, Agostinone 6, Marino ne, Capuani, Ranitovic 21, Cancelli ne. All. Corà

SUTOR PREMIATA MONTEGRANARO 73: Lupetti 17, Rossi, Bartoli 6, Valentini, Selicato 6, Sabatini ne, Di Angilla 9, Ciarpella F. 4, Palmieri ne, Temperini 25, Mosconi 6, Marcantoni ne. All. Ciarpella M.

ARBITRI: Lanciotti e Giardini

PARZIALI: 24-17, 17-26, 23-12, 21-18

PROGRESSIVI: 24-17, 41-43, 64-55, 85-73

LA CRONACA

Avvio pimpante per la compagine del timoniere Claudio Corà, alla vigilia della palla a due chiamata a cancellare i due turni di stop alle spalle e quindi perfettamente coerente con le intenzioni, tanto da gestire con personalità il primo periodo, chiuso con un discreto vantaggio. Veregrensi pronti alla riscossa, e pertanto ecco concretizzare un parziale di secondo quarto completato sul confortante 17-26, valso quindi al riposo lungo il sorpasso a quota 41-43.

Certo, distanze effimere per poter costruire mentalmente nello spogliatoio la spallata da imprimere alla sfida al rientro sul rettangolo di gioco, nonostante la buona lena del duo Temperini-Di Angilla, tra i protagonisti del secondo periodo. L’Unibasket riparte con il carattere dei primi minuti di gioco, e trascinata dal binomio Cukinas (per lui 21 punti e 12 rimbalzi mandati a referto) e Ranitovic (stesse rese di giornata), nel terzo quarto crea i presupposti per l’allungo fortificato anche nel quarto decisivo periodo, valso pertanto l’intera posta di giornata.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti