facebook twitter rss

Terrenzi si schiera: “Non rifaccio la tessera del Pd, ma alle primarie voto e sto con Gostoli e Alessandrini”

SANT'ELPIDIO A MARE - Il sindaco elpidiense si schiera con il suo compaesano, che sarà vice di Gostoli in caso di vittoria del pesarese: "Resto civico, ma amministro insieme al Pd, chi lo guida non mi è indifferente; stimo Petrini, ma una candidatura per spaccare è stata un errore"

Dal Pd se n’è andato da tempo, era il finire del 2011, con una rottura fragorosa. Al suo ex partito ha inflitto una sonora batosta, poi avvenne la riconciliazione e da lì l’alleanza granitica che ormai va avanti da 4 anni, a cavallo tra la sua prima e la seconda amministrazione. Ed ora, alla vigilia del congresso regionale per la segreteria Dem nelle Marche, il sindaco di Sant’Elpidio a Mare Alessio Terrenzi e non ha dubbi e sostiene il ticket tra il candidato segretario Giovanni Gostoli e il suo vice in pectore, Fabiano Alessandrini.

“Resto civico, non faccio la tessera del Pd, ma sono sempre stato e resto un uomo di centrosinistra, alle primarie, sia del partito che di coalizione, ho sempre votato e lo farò anche stavolta – spiega il primo cittadino elpidiense – Insieme al Pd amministriamo a Sant’Elpidio a Mare ed è il partito che governa la Regione. Chi lo guida nelle Marche non mi è indifferente”.

Da qui la scelta dell’endorsement per Gostoli, ma soprattutto per il compaesano Alessandrini. “Con Fabiano ho avuto anche delle contrapposizioni, ma è una persona seria, capace, di esperienza, per questo ruolo servono grandi capacità di mediazione e lui le ha – nota Terrenzi – Speravo potesse essere lui il segretario regionale del Pd, fino a poco tempo fa sembrava un’ipotesi molto concreta, poi c’è stato il ticket con Gostoli e lui comunque avrà un ruolo di peso come vicesegretario, e lo avrà anche il Fermano”.

Fermano che però conta l’altro candidato in campo, l’ex parlamentare Paolo Petrini. “Che Paolo Petrini sia una figura autorevole e competente, che nei diversi ruoli da amministratore ha sempre fatto bene, non debbo dirlo io, glielo riconoscono tutti – commenta Terrenzi – Ma la sua candidatura è arrivata a spaccare il partito e secondo me è stata un errore. Oggi più che mai il Pd e il centrosinistra avrebbero bisogno di unirsi, le divisioni vanno evitate perchè fanno malissimo. Ho sentito dire che tutti i sindaci stanno con Petrini: non mi pare, sono un sindaco anche io e sostengo Gostoli-Alessandrini. Mi auguro che da lunedì tutti lavorino all’insegna della massima coesione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti