facebook twitter rss

La Sutor torna alla vittoria, sul
fondo domestico l’Isernia è battuta

SERIE C GOLD - Le sortite amare e prive di punti maturate lontano da Montegranaro hanno lasciato oggi il posto ad una vittoria con brivido in coda. La compagine di coach Marco Ciarpella ha avuto ragione de Il Globo per 77-66
Print Friendly, PDF & Email

Un raggiante Lupetti

MONTEGRANARO – La Sutor torna alla vittoria.

Le recenti sortite a vuoto lontano dal palace di via Martiri d’Ungheria hanno oggi lasciato spazio alla certezza chiamata, appunto, Bombonera: sul parquet veregrense vige la legge del “non si passa“, e così Il Globo torna a casa lasciando sul piatto l’intera posta in palio.

IL TABELLINO

SUTOR PREMIATA MONTEGRANARO 77: Lupetti 23, Rossi 0, Bartoli 12, Valentini n.e., Selicato 7, Sabatini n.e., Di Angilla 5, Ciarpella F. 2, Palmieri n.e., Temperini 23, Mosconi 5, Marcantoni n.e. All. Ciarpella M.

IL GLOBO ISERNIA 66: D’Adamo 3, Porfiria 17, Torreborre 19, Caruso 0, Melchiorre n.e., Hussin 7, Scozzaro 10, Adins 10. All. Barbuto

PARZIALI: 19-13, 27-23, 7-20, 24-10

PROGRESSIVI: 19-13, 46-36, 53-56, 77-66

LA CRONACA

I gialloblù scendono in campo con Rossi, Lupetti, Ciarpella, Bartoli e Selicato; gli ospiti del Globo Isernia rispondono con Porfidia, Torreborre, Scozzaro, Hussin, Adins. Senza la solita fase iniziale di studio, le due squadre si affrontano subito a viso aperto, cercando ciascuna di approfittare dei propri punti di forza; laddove Isernia cerca i suoi lunghi, Adins e Hussin in post basso, la Sutor risponde correndo per il campo e attaccando con i piccoli in transizione. La strategia paga dividendi alla squadra di casa che chiude il primo parziale sul 19-13.

Il secondo periodo si apre con i padroni di casa che trovano grande ritmo nella difesa, recuperando palloni preziosi e trasformandoli in buoni canestri veloci, ed un parziale di 9 punti. Coach Barbuto ha bisogno di parlare ai suoi ed è così che Isernia recupera dalla sbandata, anche grazie alle accelerazioni di Torreborre e le triple di Porfidia. Si va in spogliatoio sul 46-36 per la Sutor.

Il terzo periodo vede gli ospiti continuare a schierare una insidiosa difesa a zona che sortisce l’effetto di abbassare il ritmo dei gialloblù e sottolineare le indecisioni dell’attacco. Lo spirito combattivo che aveva discretamente animato la Sutor nella prima metà di gara viene meno e Isernia prende fiducia. Difesa dopo difesa, canestro dopo canestro, lavorando ai fianchi di una Sutor che non sembra voler reagire, Isernia si guadagna il sorpasso, chiudendo il terzo quarto sul +3 (56-53).

Tutto da rifare, tutto in dieci minuti. Coach Ciarpella si fa sentire e i ragazzi ritrovano un certo qual orgoglio, sufficiente per rimettere il naso avanti già a metà dell’ultimo giro di lancette (+5). La difesa si stringe e iniziano a fioccare le palle rubate. Dall’altra parte Temperini e Lupetti infilano bombe pesanti, e quando esce qualche tiro ci pensano Ciarpella, Di Angilla e capitan Silicato a catturare i rimbalzi. Qualche minuto ancora di corpo a corpo tra le due formazioni, ma Il Globo non ritorna e la Sutor, come lo scalatore in fuga taglia il traguardo con le braccia alzate, dopo una lunga salita.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti