facebook twitter rss

Casa di riposo pronta, da inizio 2019 il trasferimento degli anziani

SANT'ELPIDIO A MARE - Lavori conclusi, effettuati i collaudi della nuova residenza protetta a palazzo Montalto Nannerini, il taglio del nastro in primavera ma da gennaio si trasferiranno gli ospiti dell'attuale casa di riposo
Print Friendly, PDF & Email


N
on si apriranno entro Natale, come si era inizialmente preventivato, le porte della nuova casa di riposo di Sant’Elpidio a Mare, ma tutti i collaudi hanno ricevuto il via libera dai tecnici e ad inizio 2019 la struttura inizierà ad accogliere i primi ospiti. Movimento nelle ultime settimane a palazzo Montalto Nannerini, l’edificio già sede della scuola elementare capoluogo, che tra qualche settimana diventerà residenza protetta dell’Ambito territoriale XX. Per diversi giorni si sono notate luci accese a tutte le ore all’interno dell’immobile. Erano in corso i collaudi di impianti, attrezzature ed ascensori, ultimati in settimana. I lavori sono quindi ultimati, gli arredi sistemati all’interno dei locali, mancano le ultime pulizie e l’edificio sarà pronto ad ospitare gli utenti.

“Per l’inaugurazione credo che arriveremo alla primavera – l’ipotesi dell’assessore ai lavori pubblici Mirco Romanelli – già dai primi mesi del nuovo anno, però, si procederà con lo spostamento degli ospiti dell’attuale casa di riposo in via Cunicchio verso la nuova sede. Inizieremo con i 18 posti per cui siamo attualmente autorizzati ed una volta ottenuto il collaudo invieremo la richiesta di accreditamento alla regione Marche, a cui stiamo già lavorando da tempo, per i 40 posti letto previsti dal progetto”. 

Nelle prossime settimane sono stati previsti interventi ed accantonate le risorse, frutto dell’avanzo di amministrazione 2018, per una serie di piccoli interventi e migliorie. Sarà sistemato il giardino esterno della casa di riposo, previste anche asfaltature e manutenzioni stradali in piazzale Marconi, dove insiste palazzo Montalto Nannerini ed all’ingresso della nuova casa di riposo, costata 1,6 milioni di euro. Gli anziani saranno accolti nei tre piani superiori della struttura. Al primo ed al piano terra si è invece previsto di investire per adattare i locali ad ospitare laboratori e cucine da mettere a disposizione dell’istituto Tarantelli, che ha traslocato al vicino edificio di via Prati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti