facebook twitter rss

Imolese-Fermana, le
voci della sala stampa

SERIE C - Mister Flavio Destro ed il centrocampista Gianluca Urbinati analizzano lo 0-0 maturato ieri pomeriggio in terra emiliana. Una concetto funge da minimo comune multiplo tra i due tesserati gialloblù, l'obiettivo salvezza
Print Friendly, PDF & Email

Lo striscione dei tifosi canarini presenti ad Imola a ricordare le vittime della tragedia di Corinaldo

IMOLA (BO) – Una gara congelata sullo 0-0 quella che ha affrontato la Fermana sul campo dell’Imolese. Congelata in tutti i sensi dal momento che anche il freddo ha condizionato l’andamento della partita, ma il buon punto con cui i gialloblù tornano a casa fanno indubbiamente vedere il bicchiere mezzo pieno a mister Flavio Destro.

È un risultato positivo, in un campo difficile contro un avversario in salute – è il primo commento in sala stampa del timoniere canarino -. A volte l’avversario concede di giocare, a volte no. Noi siamo una squadra che gioca di rimessa e oggi non abbiamo rischiato niente. Non si può pensare di giocare sempre in alcuni modi. Resta comunque il fatto che abbiamo subìto un solo tiro in porta – continua il mister gialloblu che poi ribadisce -. Noi ci dobbiamo salvare. Abbiamo i piedi ben saldi per terra, siamo la squadra che probabilmente ha speso meno. In organico ci sono diversi giocatori della serie D. Il nostro obiettivo è la salvezza. Poi sul fatto se questo sia stato o meno uno scontro salvezza, non lo so perché non parlo degli avversari. So qual è il nostro obiettivo. Noi dobbiamo continuare così: a soffrire in ogni situazione e portare via punti in ogni campo. Per questo finale di anno mi aspetto quello che abbiamo vissuto fino adesso: dovremo lottare sempre. Siamo sicuramente in linea con l’obiettivo, forse anche al di sopra al momento, ma noi sappiamo quale deve essere il nostro percorso”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il centrocampista Gianluca Urbinati.

Un buon punto, ma gli ultimi 20 minuti penso che siamo andati anche vicino a prendere tre punti. Resta comunque un buon punto – sottolinea il mediano -. Sono sempre dell’idea che quando non si può vincere non si deve perdere. Il fatto che in casa abbiamo fatto più risultati positivi penso che sia un caso. Siamo riusciti a portare a casa un punto anche oggi, in un campo così difficile, quindi è una giornata positiva. Il nostro obiettivo resta la salvezza: abbiamo 28 punti? Siamo a meno 12 o 13 punti dal raggiungerla. Nella prossima partita – conclude, interrogato a riguardo – avremo il Monza e sarà una gara durissima, in cui dovremo farci trovare pronti anche se loro possono essere superiori a noi almeno in quanto a nomi. Con l’avvento di Berlusconi e
Galliani poi, si presenta come una delle squadre più ambiziose del girone, dovremo preparaci bene e affrontarla al massimo come sempre”.

 

Articolo correlato:

Fermana e Imolese si annullanno a vicenda


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti