facebook twitter rss

Vetrine sul territorio grazie a
Fermo Shopping Experience
E per gli studenti arriva una app

FERMO - In questi giorni verrà distribuita una guida, divisa in tipologie merceologiche, stampata in 10 mila pezzi per orientare su dove poter acquistare
Print Friendly, PDF & Email

Fermo Shopping Experience, il progetto del Comune di Fermo con l’importante sostegno della Camera di Commercio di Fermo sul rilancio del commercio nel centro storico, prosegue con la sua seconda fase. Ideato con lo scopo di rilanciare l’economia locale del centro storico, dopo gli effetti dei sismi del 2016 che hanno prodotto criticità dirette e indirette, il progetto consiste concretamente nell’aprire “vetrine sul territorio” ospitando brand e tipicità in una sorta di itinerario delle eccellenze produttive, nonché in corner (per intercettare, soprattutto, la domanda di prodotti di qualità derivante dai turisti in visita in città) oltre che con la creazione ad hoc di un’app dedicata alla popolazione studentesca.

“Dopo i corner è partita la campagna promozionale con cui invitare a fare acquisti nelle attività commerciali del centro, ben 130, fra radio, social, giornali e periodici on line, manifeste 6×3, paline. Sono già state distribuite 5 mila cartine della città con la mappa degli esercizi del centro – ha detto in sede di presentazione l’assessore al commercio Mauro Torresi – il 2019 sarà invece l’anno con cui allargheremo la campagna alle periferie della città”.

“Fermo Shopping Experience privilegia il rapporto con il cliente che in altri casi tende a disumanizzarsi – ha aggiunto Carlo Pagliacci che coordina il progetto – il nostro motto è piccolo commercio di qualità per una scelta intelligente. In questi giorni verrà distribuita una guida, divisa in tipologie merceologiche, stampata in 10 mila pezzi per orientare su dove poter acquistare”.

Progetto di Fermo shopping experience che in questa seconda fase vede anche un nuovo avviso pubblico (con i termini prorogati al 31 dicembre 2019 e non più alla fine di questo mese come era previsto inizialmente) e – come ha ricordato Fabio Ragonese dell’Ufficio Politiche Comunitarie del Comune – “la concessione di un contributo forfettario di 6.000 euro agli esercizi commerciali che presenteranno una proposta progettuale per l’apertura di nuove attività commerciali nelle aree del Centro Storico e per il miglioramento dell’offerta commerciale”, un avviso (del contributo in totale di 24 mila euro) dunque finalizzato all’innovazione e alla qualificazione dell’offerta commerciale, consentendo la partecipazione ad altri esercenti del Centro Storico rimasti esclusi dai benefici del precedente bando, e la creazione di uno spazio multibrand del territorio (6 mila euro).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti