facebook twitter rss

Blackout nel finale, a
Fermo passano gli 88ers

BASKET - Impresa corsara dei civitanovesi, che nel pomeriggio odierno sono usciti dal parquet della palestra Coni con lo scalpo della TiEmme. La compagine di Marilungo viaggia con il vento in poppa fino al terzo periodo, per cedere poi sotto i colpi di Pacioni & soci
Print Friendly, PDF & Email

FERMO –  Assurda partita quella disputata questo pomeriggio alla palestra Coni.

Sconfitta in casa dagli 88ers di Civitanova Marche, la TiEmme Basket Fermo gioca solo il primo tempo lasciando il secondo completamente agli avversari.

Un incomprensibile black out psicologico che lascia i due punti ad una diretta avversaria per la classifica del girone A della serie D.

IL TABELLINO

TIEMME BASKET FERMO 48: Poggi, Mezzabotta 6, Amelio (cap.) 6, Santini, Cingolani 7, Malaspina, Angeloni 6, Ceregioli, Acquaroli 7, Sabbatini, Meconi 16. All. Marilungo, vice Valentini

88ERS CIVITANOVA MARCHE 64: Cuna 2, Polidori (cap.) 14, Pagliariccio 6, Ferraro 7, Napoli 7, Evangelisti, Pacioni
17, Mazzieri 11. All. Palmieri, vice Bevilacqua

ARBITRI: Caporalini e Mariani

PARZIALI: 14-17, 25-7, 4-21, 5-19

PROGRESSIVI: 14-17, 39-24, 43-45, 48-64

LA CRONACA

E dire che la partita è iniziata benissimo. Belle azioni in attacco, fluide nella costruzione del gioco e precise sotto canestro. Anche la difesa non è stata male. Meglio nel secondo quarto quando concedono agli avversari solo 7 punti a fronte dei 25 realizzati dai gialloblù di Marco Marilungo.

Più 15 al suono della sirena del secondo quarto e bel gioco che facevano ben sperare per il finale di partita. Invece il buio più totale. Quello che era facile nella prima parte della gara, nella seconda diventa difficilissimo. Organizzazione lenta e prevedibile del gioco, totale imprecisione a canestro, quasi nessun rimbalzo conquistato, né in difesa né in attacco. 9 punti totali tra il terzo e il quarto periodo a fronte dei 40 degli ottantottini.

Difficile capire cosa sia successo. Il pubblico basito ha applaudito lo stesso incitando i ragazzi fermani a rifarsi nelle prossime gare. A partire da quella del 4 gennaio a Matelica, nella speranza che la pausa natalizia porti conforto e consiglio.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti