facebook twitter rss

Investimenti a Sant’Elpidio, tutto sulle scuole: certa la nuova materna, ma si tenta di ricostruire anche primaria e media

SANT'ELPIDIO A MARE - Nel piano triennale degli investimenti approvato dall'amministrazione Terrenzi spunta anche l'idea di abbattere e ricostruire la media Bacci: "Tenteremo di accedere a finanziamenti statali"
Print Friendly, PDF & Email

E’ tutta incentrata sull’edilizia scolastica la programmazione futura delle opere pubbliche a Sant’Elpidio a Mare. Approvato nei giorni scorsi il piano triennale degli investimenti. Le voci più corpose riguardano tutte l’edificazione di nuove strutture. Già finanziata la nuova scuola infanzia al capoluogo, da mesi è negli obiettivi dell’Amministrazione comunale la realizzazione di una nuova scuola primaria, ora, tra le previsioni sui possibili investimenti futuri, spunta per il 2021 anche la nuova media Bacci.

L’unica certezza, cifre alla mano, è la demolizione e ricostruzione dell’ex scuola materna Martinelli di piazzale Marconi, già financiata con 2,2 milioni di euro frutto di un contributo statale. Si devono completare le fasi progettuali, nell’arco del 2019 il cantiere dovrebbe partire.

Ci sono poi 4,7 milioni ipotizzati per il 2020 per la nuova scuola primaria, che la giunta Terrenzi vorrebbe costruire adiacente al plesso di Piane Tenna e che andrebbe ad accorpare gli alunni della frazione e quelli del capoluogo. Difficile che il Comune possa disporre di risorse del genere, si tenterà la strada dei finanziamenti a fondo perduto dagli organi superiori, o quanto meno di una compartecipazione. Stesso obiettivo per quella che è la novità dell’ultimo piano investimenti: la realizzazione ex novo della media Bacci, che verrebbe ricostruita nella stessa area di quella esistente, con un’ipotesi di spesa di 6 milioni di euro.

Fantascienza? Il sindaco Alessio Terrenzi mette le mani avanti, sottolineando che “allo stato attuale l’unico investimento sicuro e finanziato è quello per la scuola infanzia capoluogo. Nel piano triennale abbiamo indicato gli obiettivi dell’Amministrazione, è ovvio che non possiamo disporre di 5 milioni per la nuova primaria e di 6 per la media, ma vogliamo portare avanti i progetti per tentare di intercettare le somme necessarie a ristrutturare completamente l’edilizia scolastica della città. L’idea è accorpare in un’unica sede la primaria capoluogo e Piane Tenna. Portando via sia la scuola infanzia che l’elementare dall’area di via Dalla Chiesa risolveremo anche i problemi di traffico. L’ultimo obiettivo sarebbe quello di ricostruire la media, sempre tentando di attingere a finanziamenti”.

P.Pier.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti