facebook twitter rss

Il bilancio delle feste: “5 mila ingressi nelle strutture museali nel periodo natalizio”

FERMO - “Prosegue un percorso di ripresa, dopo il sisma, nella nostra città – ha dichiarato sulle presenze turistiche il Sindaco Paolo Calcinaro. Il 2016 in generale è stato un anno di boom senza precedenti, un calo secco c’è stato nel 2017, ora una ripresa che sta rafforzandosi e ci colloca a metà fra il 2016 ed il 2017."
giovedì 10 Gennaio 2019 - Ore 19:10
Print Friendly, PDF & Email

Anche se il Cinema in 10 D chiuderà domenica 13 gennaio e la pista di pattinaggio domenica 20, gli assessorati alla Cultura ed al Commercio del Comune di Fermo tracciano un primo bilancio del ricco programma natalizio che ha allietato il periodo festivo fino all’Epifania, ispirato in questa edizione al Canto di Natale di Dickens.

Un programma arricchito anche dai numeri dei visitatori nelle strutture museali: nel periodo dal 1 dicembre 2018 al 6 gennaio 20198 sono stati registrati quasi 5.000 ingressi (più che raddoppiati rispetto al Natale 2017), con circa 2.000 presenze alla Sala del Mappamondo e quasi 1.700 alle Cisterne Romane. Turisti provenienti da tutta la Penisola e tanti stranieri: in particolare per quel che riguarda l’Italia la maggior parte dal Nord (28%) e dal Centro (27%).

Tanti gli eventi nei musei che hanno riscosso successo e apprezzamento: sono state registrate 336 presenze il 2 dicembre 2018 all’iniziativa “Museo in cantiere” con visite guidate gratuite alla sala del mappamondo e incontro con i progettisti che hanno illustrato i lavori post sisma eseguiti a Palazzo dei Priori; circa 100 i partecipanti ad “Escape Room. Fuga dalle Cisterne Romane” e “Rubens e il Natale”; nei giorni 29, 30 e 31 dicembre, 1 e 2 gennaio hanno visitato Fermo circa 16 gruppi organizzati di turisti provenienti soprattutto da Centro e Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Veneto, Toscana, Liguria, Lazio).

“Prosegue un percorso di ripresa, dopo il sisma, nella nostra città – ha dichiarato sulle presenze turistiche il Sindaco Paolo Calcinaro. Il 2016 in generale è stato un anno di boom senza precedenti, un calo secco c’è stato nel 2017, ora una ripresa che sta rafforzandosi e ci colloca a metà fra il 2016 ed il 2017. E’ un segnale oramai consolidato che ovviamente non si può confrontare con i dati negativi per i pernottamenti in quanto nel 2017 contavano anche le presenze “forzate” degli sfollati nel nostro territorio a causa del sisma nei nostri alberghi e residence”.

In particolare sul Natale “abbiamo avuto ottimi riscontri sia in termini di partecipazione che di apprezzamento per il variegato cartellone, segnato da numerosi eventi sin dal 17 novembre quando sono partiti pista e ruota – ha detto l’assessore alla Cultura Francesco Trasatti. Oltre alle tante attrazioni che hanno richiamato pubblico anche da fuori Provincia, da tutta la Regione e da fuori, il programma è andato di pari passo con la ricca offerta museale di Fermo che è stata molto apprezzata: ai turisti è risultata particolarmente funzionale la formula del biglietto unico (Cisterne Romane, Teatro dell’Aquila, Sala Mappamondo e Adorazione dei Pastori del Rubens, Chiesa di San Filippo, Musei Scientifici a Palazzo Paccaroni) e l’organizzazione delle visite guidate”.

Altri dati degni di nota riguardano le diverse iniziative fra cui quelle a Teatro con il sold out di A Christmas Carol, il Concerto di Capodanno, il Gospel al Duomo e le numerose presenze ai mercatini, al Laboratorio di Scrooge, alla ruota panoramica, alla mostra di presepi, alla Casa di Babbo Natale e a Intanto, solo per citarne alcuni, con una presenza inaspettata e massiccia soprattutto dal sud delle Marche e dal nord Abruzzo.

“Un Natale che ha visto tante persone arrivare in città per vedere, visitare, godersi le tante proposte offerte confermando sempre più la centralità della Città di Fermo ed il suo essere punto di riferimento per le festività, coniugando l’aspetto culturale con quello commerciale e di promozione della città – ha dichiarato l’assessore al Commercio Mauro Torresi – che ha saputo presentarsi anche agli occhi del territorio con una veste ed un’immagine diverse, nuove, coinvolgenti, richiamando molti giovani anche da fuori, segno dell’attenzione che abbiamo per Fermo ed il voler far star bene anche chi viene a Fermo. Percorso oramai consolidato su cui continuiamo a lavorare, consapevoli di voler sempre fare di più e meglio ed infatti già sotto il periodo natalizio i nostri Uffici, che ringrazio per quanto fanno, stavano già mettendosi a lavoro per il prossimo programma primaverile che sarà, come sempre, ricco e per tutti i gusti, a conferma che Fermo è…per tutte le stagioni”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X