facebook twitter rss

Futsal Cobà, parola
a Samuele Ledda

SERIE A2 - Il giovane amministratore con delega alla comunicazione analizza il passaggio di stagione ora, durante la pausa di campionato. I giovani Squali, le Final Four e l'obiettivo playoff i principali argomenti trattati
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – “Di tanto in tanto è bene fare una pausa nella nostra ricerca della felicità ed essere semplicemente felici”.

Bicchiere mezzo pieno in casa Futsal Cobà, dove il giovane amministratore con delega alla comunicazione, Samuele Ledda (foto),prende la parola per elogiare il cammino degli Sharks approfittando della sosta del campionato.

Una sosta giunta, a suo avviso, al momento giusto. “Dopo i successi negli ultimi due incontri, c’era un po’ il bisogno per tutti, per i giocatori, i dirigenti e la società di tirare un attimo il fiato, recuperare le energie, serrare le fila e dedicarsi alla propria famiglia. Alla ripresa ci attenderanno delle sfide importanti contro squadre fortissime che come noi lottano o per un posto al sole o addirittura per la vittoria del campionato”.

“Quello che conta – ha dichiarato Ledda – è che da qui alla fine riusciamo ad avere atteggiamento e mentalità giusti per centrare il nostro obiettivo. Senza nasconderci, il sogno è conquistare i playoff. Un ottimo traguardo, specie considerando che è il nostro primo anno in Serie A2. Dopo la sosta secondo me i ragazzi saranno ancora più lucidi e motivati ed avranno ancora più voglia di affrontare al meglio la restante parte di stagione”.

“Una cosa che personalmente mi ha fatto molto piacere – ha proseguito – è vedere il costante utilizzo in prima squadra di quei ragazzi giovani, mi riferisco a Valerio Quondamatteo, Zacheo e Mancini, che sono stati giustamente premiati del loro impegno, delle doti tecniche e dei valori che hanno saputo dimostrare. Sono il nostro patrimonio, hanno potuto imparare tantissimo dai giocatori esperti che ci sono quest’anno e hanno ripagato sul campo la fiducia che è stata loro data”.

“Per quanto riguarda il capitolo Final Four, invece – ha concluso il dirigente – siamo in attesa che la Divisione si pronunci sulla nostra candidatura. Per noi sarebbe un’ottima occasione poterle vivere da organizzatori, ma anche se così non fosse non dobbiamo dimenticare di come siano già un importantissimo traguardo raggiunto. Solitamente, quando il Futsal Cobà affronta questo tipo di manifestazioni con gare secche, è capace di esaltarsi e dare il massimo. Sono sicuro che anche questa volta sarà così. Vedremo cosa dirà il campo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti