facebook twitter rss

Sitting, docenti a
scuola per imparare

VOLLEY - Successo per il corso rivolto ai prof delle province di Ascoli Piceno e Fermo in merito alla pratica sportiva che punta all'inclusione sociale. In campo personalità del mondo della cultura e della pallavolo
Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP) – Un binomio sempre più vincente quello tra il sitting volley ed il mondo scolastico nelle Marche.

A confermarlo gli oltre 50 partecipanti all’incontro organizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale di Educazione Fisica in collaborazione con la Fipav Marche svoltosi lunedì 28 gennaio a San Benedetto del Tronto.

L’iniziativa, fortemente voluta dalla coordinatrice dell’Ufficio Scolastico Provinciale Serafina Olmo e della sua collaboratrice Daniela Testa, ha trovato piena sintonia con i progetti della Fipav Regionale e Territoriale in ambito promozionale ed è stata così inserita all’interno del corso interprovinciale di formazione per insegnanti di educazione fisica e sostegno delle province di Ascoli Piceno e Fermo.

Le lezioni teoriche

Obiettivo primario quello di promuovere la cultura dell’inclusione sociale nel contesto sportivo attraverso il sitting volley, un gioco facile da attuare, che non necessità di attrezzature e strumenti costosi per i disabili e che soprattutto permette un coinvolgimento totale e contemporaneo di atleti disabili e normodotati.

Vista l’importanza dell’evento, la Fipav Marche ha voluto puntare su due relatori d’eccezione come Amaurì Ribeiro ed Emanuele Fracascia, tecnici rispettivamente della Nazionale Italiana di Sitting Volley Femminile e Maschile. Ad introdurre i relatori e a sottolineare l’impegno della federazione n questo settore e l’importanza della proposta ludico-motoria rivolta al mondo scolastico, erano presenti il vicepresidente regionale Flavio Patrizi, il consigliere regionale referente per Scuola e Sitting Volley Lorenzo Giacobbi ed il consigliere territoriale referente per il Sitting Volley, Fulvio Taffoni.

L’applicazione pratica in palestra

Oltre alla parte teorica in aula inerente la storia di questa disciplina paraolimpica, le regole e le modalità di proposizione all’interno del contesto scolastico, si è svolta poi in palestra la parte pratica che ha coinvolti attivamente i docenti presenti: fase di riscaldamento, esercizi propedeutici al gioco, spostamenti in campo per concludere infine con una partita vera e propria che ha acceso gli animi dei prof in campo ed il tifo dei presenti. Presente all’iniziativa anche il delegato provinciale di Ascoli Piceno del Cip Marche Domenico Tossichetti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti