facebook twitter rss

Altidona-Pedaso, ponte ciclopedonale e messa in sicurezza alla foce dell’Aso

ALTIDONA/PEDASO - Lungo il fiume proseguono sia i lavori di costruzione del ponte ciclopedonale, sia quelli di mitigazione del rischio idraulico
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

“Lungo il fiume sono stati sistemati i piloni ma al momento il grosso del lavoro si sta svolgendo all’interno di un cantiere per la realizzazione dei materiali necessari, che poi verranno montati. I piloni e le campate, inoltre, ricalcano il posizionamento di quelli del ponte ferroviario. Per motivi idraulici saranno in acciaio e rotondi, secondo le nuove metodologie di costruzione, per far sì che l’acqua scorra nel modo migliore possibile. L’auspicio è che per la fine della primavera o inizio estate il lavoro sia concluso”. Così interviene Giuliana Porrà, sindaco di Altidona, sullo stato dei lavori di realizzazione del ponte di collegamento intercomunale tra la frazione Marina e la costa nord di Pedaso. Si tratta di un ponte ciclopedonale, che rappresenterà un modo più semplice e sicuro per attraversare il fiume Aso. Ad oggi, infatti, l’unica alternativa per attraversarlo, non priva di difficoltà, è costituita dal marciapiede attiguo alla Strada Statale 16, situato per giunta nei pressi del casello autostradale. Il ponte sarà lungo 155 metri e largo 3 e costituirà un tassello della Ciclovia Adriatica inserita nell’ambito del Sistema Nazionale Ciclovie Turistiche.

A principio di ottobre 2018 si era conclusa la fase di procedura di gara gestita dalla Stazione Unica Appaltante della Provincia di Fermo. I lavori sono iniziati lo scorso mese di dicembre. 365 mila euro il costo dell’opera denominata Re.Ci.Pro.Ci. finanziata al 50% da fondi della Regione Marche e dai due Comuni con quote del 25% ciascuno.

Contestualmente sono in corso i lavori di mitigazione del rischio idraulico mediante interventi di manutenzione straordinaria del tratto alla foce del fiume Aso per un importo di progetto pari a 700 mila euro (fondi Por-Fesr).

“Sono collegati ai lavori di realizzazione del ponte – prosegue il sindaco Porrà – e sono frutto di un lavoro svolto da geologi volontari nell’ambito del Contratto di Fiume. Lavoro che la Provincia di Fermo prima e la Regione Marche poi hanno accolto positivamente. E’ l’occasione per sistemare e mettere in sicurezza in maniera completa la foce dell’Aso”, conclude il sindaco di Altidona. Iniziato a novembre 2018, la fine di quest’ultimo lavoro è prevista per metà agosto 2019.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti