facebook twitter rss

Ambiente, Franchellucci sottoscrive
il Patto dei Sindaci:
ecco i progetti in cantiere

PORTO SANT'ELPIDIO - Il primo cittadino: "Serio impegno che anche la nostra città si prende, davanti alla istituzioni europee, per migliorare concretamente ciò che sarà del futuro dei nostri figli"
Print Friendly, PDF & Email


Ciò che è accaduto a Bruxelles nella giornata di giovedì 7 febbraio non deve apparire un passaggio scontato, ma un serio impegno che anche la nostra città si prende, davanti alla istituzioni europee, per migliorare concretamente ciò che sarà del futuro dei nostri figli“. Così il sindaco Nazareno Franchellucci nel rimarcare l’importanza dell’adesione al Patto dei Sindaci sottoscritto dal primo cittadino elpidiense a Bruxelles.

“Le drammatiche notizie di previsione di innalzamento della temperatura di un grado e mezzo entro il 2030 impongono a tutti noi, istituzioni e singoli cittadini, di adottare quotidianamente tutte quelle azioni volte a mitigare questa drammatica prospettiva. Troppo facile dire “non saremo noi a cambiare le cose nel mondo“, molto più serio e doveroso cambiare le nostre abitudini, contribuendo tutti a questa causa.

Il sindaco Franchellucci con l’assessore regionale Bora

Io in nome della comunità che rappresento ho voluto fare la mia parte, forte di ciò che abbiamo fatto in questi 6 anni e di ciò che si farà nei prossimi 4. Due su tutti gli interventi degni di nota pienamente in linea con questo patto: la sostituzione di più di 3000 punti luce in città che oltre ad aver portato grandi risparmi sul bilancio, ha permesso di risparmiare moltissimo in termini di sostenibilità ambientale e, non secondaria, l’introduzione tra i primi nelle Marche di un regolamento di assoluta premialitá per coloro che decideranno di realizzare edifici o ristrutturare con l’adozione di protocolli energetici che abbattano quasi completamente i consumi nelle abitazioni private. Non secondarie le azioni di pedonalizzazione di alcune aree, alcune in maniera definitiva altre in maniera temporanea, che permettono ai cittadini di godere piccole aree senza l’intromissione di auto, e la realizzazione di un piano di ciclabili urbane, per incentivare l’uso della bici nella vita quotidiana.


Queste importanti politiche saranno implementate nei prossimi anni, seguendo questo tipo di strategia: Sostituzione quasi integrale di tutti i punti luce obsoleti in città con quelli di nuova tecnologia, correlati con attività di telecontrollo, aumento dei criteri premiali relativamente al regolamento per la realizzazione di edifici ad alto efficientamento energetico. Realizzazione di luoghi pubblici collettivi e simbolici, come la nuova scuola alla Corva, con caratteristiche di assoluta efficienza energetica. Installazione di colonnine per la ricarica di auto elettriche. Tramite i fondi europei, nuovi collegamenti ciclabili (come la ciclovia sul Tenna e quella di collegamento con Civitanova). Realizzazione di alcune delle linee di ciclabile urbana già previste da progetto.
La Regione Marche ha annunciato, tramite l’assessore Bora, che tutti i comuni che hanno aderito al patto e che porteranno avanti le buone pratiche saranno privilegiati nella stesura di graduatorie per l’assegnazione di fondi comunitari. Questa ottima notizia ci deve motivare ancora di più nel portare avanti queste azioni”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti