facebook twitter rss

Medico del ‘Murri’ derubato,
ricerca lampo di Fifa security
e polizia: trovata la refurtiva

FERMO - Nel tardo pomeriggio di oggi una dottoressa ha chiesto l'aiuto di un brigadiere dell'agenzia di vigilanza del Murri. La guardia giurata e la polizia hanno rapidamente rintracciato il maltolto
Print Friendly, PDF & Email

“Per favore, aiutami: mi hanno rubato il portafogli”. Questo l’accorato appello che nel tardo pomeriggio di oggi una dottoressa dell’ospedale Murri di Fermo ha rivolto a una guardia giurata della Fifa security in servizio al nosocomio fermano. Con il via vai dell’ospedale, una missione quasi impossibile ritrovare quel portafogli. Ma il brigadiere dell’agenzia di sicurezza e vigilanza del Murri si è rimboccato le maniche e via, a spron battuto, con le ricerche. Primo passo: chiedere qua e là se qualcuno avesse visto qualche soggetto sospetto.

E infatti alcuni dei presenti nel reparto al momento del furto hanno fornito elementi utili, anzi fondamentali, alle ricerche. Così il brigadiere della Fifa security si è subito messo alla ricerca di un soggetto in particolare. Nel frattempo è partita la telefonata al 113. Sul posto è immediatamente arrivata una pattuglia della polizia della questura di Fermo. La guardia giurata e i poliziotti, a quel punto, accompagnati da un giovane, hanno seguito le indicazioni fornite loro da più persone arrivando a passare al setaccio anche alcuni cestini dell’immondizia fino a scovare, dentro l’ultimo di questi, a diverse centinaia di metri di distanza dal nosocomio, proprio il portafogli della dottoressa.

La polizia, oggi pomeriggio, al Murri

E via a riconsegnarlo alla legittima proprietaria che non ha lesinato parole di elogio e encomio, insieme ai colleghi di reparto, per il vigilante e per i poliziotti. La dottoressa non ha smesso un istante di ringraziare il brigadiere perché all’interno di quel portafogli erano custoditi anche oggetti di inestimabile valore affettivo. Una storia che si conclude dunque nel migliore dei modi grazie alla tempestività e alla tenacia di quel brigadiere della Fifa security che, alla richiesta di aiuto, dal pronto soccorso è scattato in reparto e ha subito avviato le indagini e le ricerche, a quattro mani con la polizia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti