facebook twitter rss

Cobà verso Asti, per le
Final Four chiesto
un contributo alle spese

SERIE A2 - Il presidente degli Squali, Pierluigi Staffolani, ha ufficialmente richiesto alla Divisione la compartecipazione ai costi per raggiungere e soggiornare presso la città scelta dagli organi competenti come sede della manifestazione
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SAN GIORGIO – E’ notizia di lunedì l’assegnazione delle Final Four di Coppa Italia Calcio a cinque ad Asti, ma il Futsal Cobà si dimostra come sempre società solerte e precisa nell’organizzazione di ogni dettaglio.

A prendere la parola in casa Sharks è il presidente Pierluigi Staffolani (foto), che ha già inviato al presidente e a tutti i Consiglieri della Divisione una richiesta ben precisa e quanto mai legittima.

“Al momento della decisione della sede più opportuna per l’evento, presa in considerazione anche l’estrema saggezza del membro del direttivo dottor Zizzari, che per evitare alla Divisione una brutta figura ha ben pensato di chiamare qualche ora prima del verdetto la nostra società per sincerarsi sulla sua efficienza – ha dichiarato Staffolani – siamo sicuri che con lo stesso metodo, con estrema oculatezza e buon senso saranno stati valutati tutti gli aspetti, dal roster dei partecipanti, alle location delle sedi, all’affluenza del pubblico e non ultimo anche al lato economico”.

“Sicuramente, sarà stata valutata anche la distanza da tutte le sedi delle società partecipanti per raggiungere la località dove avverrà la manifestazione – ha concluso il presidente – quindi si presume che si sarà pensato anche al sostegno economico da dare alle società non ospitanti, in merito alla spesa che dovranno affrontare per raggiungere la sede prescelta. E’ questo d’altronde ciò che ogni Lega fa per tutelare le proprie società. Nel calcio a undici, da cui io provengo, questa è la prassi. Così come è normale, oltre a quelle di trasferta, coprire le spese di soggiorno. Spero di ricever al più presto risposta, visto che alla mia pec dell’11 Settembre scorso non ne ho avuta, ed è alquanto spiacevole non sentirsi minimamente considerati da chi ci dovrebbe rappresentare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti