facebook twitter rss

Teatro comunale gremito per Dacia Maraini

PORTO SAN GIORGIO - “La presenza di Dacia Maraini – ha detto l’assessore Elisabetta Baldassarri - è stato sicuramente un regalo alla nostra città, lei è una testimone della nostra storia, capace di raccontare il suo vissuto con forza e consapevolezza del presente”
Print Friendly, PDF & Email


Teatro comunale gremito per l’atteso incontro con uno dei pilastri della cultura italiana. Giovedì pomeriggio Porto San Giorgio ha accolto calorosamente la scrittrice, poetessa, saggista, drammaturga e sceneggiatrice Dacia Maraini. L’incontro intitolato “Le storie, la vita, gli scritti” è stato organizzato dall’Assessorato alla Cultura e alle Pari Opportunità.

L’intervento, condotto dal giornalista di Cronache Fermane  Andrea Barconi, ha visto la Maraini illustrare eventi e riferimenti alla sua storia e alla società di oggi, passando dai ricordi ad episodi della sua vita di scrittrice e drammaturga, introducendo il pubblico ai successivi curiosi e interessati interventi dalla platea. L’occasione ha permesso all’autrice di toccare gli aspetti discussi nel suo ultimo libro edito da Rizzoli dal titolo “Corpo felice”.
Descrive la vicenda di una madre che non ha avuto il tempo di esserlo e di un figlio mai cresciuto. Tra di loro, i giorni teneri e feroci, sognati eppure vividissimi che non hanno vissuto insieme. Un dialogo ininterrotto che racconta il significato dell’essere donne e uomini oggi.

Dacia Maraini riavvolge il filo di una storia tempestosa, quella al femminile, attraverso le parole di una madre a un figlio perduto, il suo, che cammina verso la maturità pur abitando solo nei ricordi. E’ così che l’immaginazione si fa più vera della realtà, come accade per tutte le donne che popolano i suoi libri – Marianna, Colomba, Isolina e Teresa – e sono arrivate al pubblico con le loro voci e i loro corpi. “La presenza di Dacia Maraini – ha detto l’assessore Elisabetta Baldassarri – è stato sicuramente un regalo alla nostra città, lei è una testimone della nostra storia, capace di raccontare il suo vissuto con forza e consapevolezza del presente”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X