facebook twitter rss

Alfieri di Romagna-Servigliano,
la nuova sfida ai vertici della C1

TENNIS TAVOLO - Dopo l'exploit esterno firmato Virtus, maturato nel turno scorso a Rimini, la compagine fermana si prepara per nuova trasferta in terra romagnola, precisamente a Forlì, per continuare ad accarezzare il sogno chiamato serie B2
Print Friendly, PDF & Email

I giocatori del tennis tavolo serviglianese

SERVIGLIANO – Nel tennis tavolo, nel campionato di serie C1 nazionale, fari puntati sul big match tra Alfieri di Romagna Forlì e Virtus Servigliano, prime da sole in testa alla classifica.

Dopo l’impresa registrata due settimane fa a Rimini, il team serviglianese cerca il bis per avvicinarsi sempre di più al sogno della serie B2, il cui traguardo sarebbe un record per un piccolo paese di 2.350 abitanti.

La gara in terra forlivese è in programma domenica mattina alle 10 (si gioca nella palestra Csi in largo Tonelli); da Servigliano si muoveranno diverse auto di tifosi per seguire la Virtus nel delicatissimo incontro. La squadra, invece, salirà a Forlì sabato pomeriggio per trovare la giusta concentrazione. “Sarà la nostra finale di Champions League – dicono i dirigenti virtussini –. Crediamo nella nostra squadra, anche se Forlì va rispettata perché è un team di altissimo livello, tra l’altro allenato dal professor Alberto Vermiglio, uno dei nomi più di esperienza del tennis tavolo italiano”.

Da un punto di vista tecnico si sfidano due squadre molto quotate. Forlì può contare su un quartetto di tutto rispetto composto da: Andrea D’Amore (277 nel ranking italiano), Luca Tosatti (364), Simone Ercolani (412) e Filippo Venturini (661).

Risponde la Virtus Servigliano con il gruppo dei quattro Moschettieri: Alessandro De Vecchis (321), Lucio Censori (353), Federico Antenucci (482) e Massimo Mosconi (627). Due formazioni che, stando alle classifiche nazionali, si equivalgono, con i padroni di casa che però potranno far leva sul fattore campo.

Una curiosità: la società Alfieri di Romagna Forlì, uno dei club storici dell’Emilia Romagna, è stata fondata il 4 febbraio 1983; la Virtus Servigliano ha visto la luce solo il 2 febbraio 2012 ed è arrivata in C1 dopo aver vinto i campionati di D2 (2014), D1 (2015) e C2 (2018). All’andata vinse la Virtus per 5-3, al termine di una sfida spettacolare e con le singole partite spesso concluse al quinto set: i punti dei giallorossi furono firmati da De Vecchis (3) e da Antenucci (2).

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti