facebook twitter rss

“Baraonda”: parte da Fermo
il Carnevale tra storia,
divertimento e mille colori

FERMO/PORTO SAN GIORGIO - Il vicesindaco del Comune capoluogo di provincia, Trasatti: "Il riconoscimento di carnevale storico ci ha dato molta soddisfazione, ha funzionato il lavoro dei due Comuni così come quello di cucitura artistica eseguita da Marco Renzi”
Print Friendly, PDF & Email

Le tipiche maschere della festa con i Re Carnevale di Fermo e Porto San Giorgio, le incursioni di Regina Quaresima, Mengone Torcicolli e la moglie Lisetta e la nuova colorata maschera sangiorgese “Lu Cucà” (rappresentata da Emanuela Capizzi) hanno ravvivato la conferenza di presentazione di “Baraonda”, il carnevale di Fermo e Porto San Giorgio tenutasi venerdì nel foyer del teatro comunale sangiorgese.


Il coordinatore del programma Marco Renzi ha presentato ufficialmente alla stampa il programma dell’edizione 2019. E si parte giovedì 28 alle 10 a Capodarco con la consegna delle chiavi dei sindaci ai rispettivi “Re carnevale”. Seguirà la festa con le scuole, musica e animazione. Da lì programma ricco di appuntamenti. Domenica 3 marzo Fermo, ad esempio, vivrà la trentesima edizione del carnevale storico in piazza del Popolo (ore 14.30) con il corteo dei gruppi, giochi in piazza e la partecipazione delle contrade. “Il riconoscimento di carnevale storico – dichiara soddisfatto il vicesindaco di Fermo, Francesco Trasatti – ci ha dato molta soddisfazione, ha funzionato il lavoro dei due Comuni così come quello di cucitura artistica eseguita da Marco Renzi”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X