facebook twitter rss

Fermo incontra Londra, pomeriggio con Philip Cashian ed Edmund Finnis della Royal Academy

FERMO - Evento nell’evento, al concerto debutterà il gruppo di musica contemporanea del Conservatorio “Bruno Maderna Ensemble”, promosso e fortemente voluto dal direttore Nicola Verzina.
Print Friendly, PDF & Email


Fermo incontra Londra. Succede giovedì 28 febbraio al Conservatorio di Musica “G.B.Pergholesi” dove, nell’auditorium Billè dalle ore 17, avverrà un incontro con due compositori della Royal Academy of Music di Londra, Philip Cashian ed Edmund Finnis.

“In/De/Re/flections in the mirrors of today music” il titolo dell’evento. Una condivisione di esperienze a tutto campo nella composizione, nel linguaggio, nell’esecuzione per un progetto curato da Paolo Rosato che, dopo l’incontro con i due musicisti inglesi, prevede alle ore 18 un concerto in cui verranno eseguite musiche proprio dei due compositori oltre che di altri contemporanei.

Evento nell’evento, al concerto debutterà il gruppo di musica contemporanea del Conservatorio “Bruno Maderna Ensemble”, promosso e fortemente voluto dal direttore Nicola Verzina.

L’ensemble, che coinvolge docenti specialisti nella musica contemporanea, sarà diretto da Gabriele Bonolis ed è composto da flute in G: Giuseppe Restaino, oboe: Lorenzo Luciani, bass clarinet: Fabio Battistlelli, horn: Claudio Catalini, soprano sax Vincenzo De Angelis, alto sax: Massimo Mazzoni, vibraphone: Gioele Balestrini, Piano; Alessandra Gentile /Filippo Farinelli, violin: Luca Marziali/ Chiara Cavagliano, viola: Clara Campi, cello: Danilo Squitieri, double bass: Silvio Bruni.

Un pomeriggio di grande interesse che permetterà di conoscere e apprezzare compositori e musiche d’avanguardia.

Nato a Manchester nel 1963, Philip Cashian ha studiato con Oliver Knussen e Simon Bainbridge. Il suo stile musicale frenetico è stato descritto come “un riflesso intransigente del mondo moderno”. I suoi molteplici gusti e influenze includono Stravinsky, Zappa, Birtwistle, Tom Waits e Sibelius. La sua musica è stata eseguita dalla Saint Paul Chamber Orchestra, dalla London Symphony Orchestra, dalla BBC National Orchestra of Wales, dalla BBC Symphony Orchestra, dall’Oberlin New Music Ensemble, dall’Artic Philharmonic, Britten Sinfonia, BCMG, London Sinfonietta, Royal Northern Sinfonia e all’Aspen Music Festival, Ojai Festival, Huddersfield Contemporary Music Festival, Bergen Festival, Spitalfields Festival e BBC Proms e recenti spettacoli in Germania, Francia, Austria, Ungheria, Olanda, Norvegia, Spagna, Danimarca, Svezia, Italia, Australia, Nuova Zelanda , Lituania e Cina. Più di recente, Huw Watkins e la BBC Symphony Orchestra diretta da Oliver Knussen hanno dato la prima del suo Concerto per pianoforte n. 2, The Book of Ingenious Devices, nel Festival di Aldeburgh del 2018, descritto nel Times come “musica ipnotica”. Cashian è stato capo della composizione alla Royal Academy of Music dal 2007.

Edmund Finnis è invece un “compositore enormemente dotato” (Sunday Telegraph) la cui musica è stata salutata come “magica” (The Times), “iridescente, irresistibile” (The Guardian) ed “ethereally beautiful” (Herald Scotland). Le sue opere vengono regolarmente eseguite e trasmesse, sia a casa nel Regno Unito che a livello internazionale. La produzione poliedrica di Finnis spazia dalla musica intima per solisti e duetti a pezzi elettronici coinvolgenti, musica per film, musica d’insieme e opere per orchestra di grandi dimensioni. Ha scritto musica per alcuni dei più importanti interpreti della sua generazione (Benjamin Beilman, Mark Simpson, Víkingur Ólafsson, Clare Hammond, Oliver Coates, Minetti Quartet) e rinomati ensemble come Britten Sinfonia, BCMG e London Sinfonietta. Le sue opere orchestrali sono state eseguite da orchestre tra cui la LSO, la BBC Scottish Symphony e la Civic Orchestra di Chicago.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X