facebook twitter rss

Monte Rinaldo, prende il via
il progetto di Servizio Civile Unpli

MONTE RINALDO - Il progetto, che ha preso il via con la giovane volontaria monterinaldese Silvia Valori, è ideato dalle Pro Loco partecipanti e riguarda il settore 'Patrimonio Artistico e Culturale', in particolar modo la valorizzazione di storie e culture locali
Print Friendly, PDF & Email

“La Pro Loco Cuma di Monte Rinaldo che da anni svolge attività di promozione del territorio organizzando manifestazioni ed eventi per aiutare la conservazione e la valorizzazione delle risorse ambientali e culturali, migliorando le caratteristiche e le condizioni dello sviluppo turistico e sociale, partecipa con un volontario al progetto di Servizio Civile Unpli.

L’Associazione di Promozione Sociale Pro Loco di Monte Rinaldo – spiegano dalla Pro Loco – partecipando all’iniziativa promossa dall’Unpli, è tra le poche Pro Loco della Regione Marche, unica nella provincia di Fermo ad essere assegnataria di un volontario per il Progetto del Servizio Civile ‘I cammini Marchigiani – dalla viabilità preromana ad oggi’.

Il progetto, che ha preso il via con la giovane volontaria monterinaldese Silvia Valori, è ideato dalle Pro Loco partecipanti e riguarda il settore ‘Patrimonio Artistico e Culturale’, in particolar modo la valorizzazione di storie e culture locali. Da anni infatti le pro loco sono parte integrante attiva in piccoli e vasti territori contribuendo alla valorizzazione, alla promozione e di conseguenza allo sviluppo e alla crescita della consapevolezza ed importanza storica e turistica del territorio stesso, attraverso azioni di volontariato quotidiane che esprimono il senso di una coscienza civile molto forte.
Oggi è importantissima la tutela, la valorizzazione, promozione e fruizione corretta dei beni culturali e storici ed è fondamentale ed importante una programmazione e realizzazione di progetti finalizzati a questo. Pertanto in una zona così ricca di storia, tradizioni e culture come quella di Monte Rinaldo, questa iniziativa non potrà che aiutare positivamente la salvaguardia, punto di partenza di un progetto molto più grande di valorizzazione e promozione che parte dall’Area Archeologica La Cuma.

La Pro Loco sta programmando oltre alle attività che ogni anno svolge nuove manifestazione di carattere sociale, per promuovere lo sviluppo del territorio, mirando ad un’attività di pluralismo e solidarietà che possano favorire il raggiungimento delle finalità sociali, civili, etiche e culturali. Per questi obiettivi sarà determinante l’apporto della giovane volontaria, che lavorerà sicuramente bene e con determinazione.
A lei va l’augurio di buon lavoro da parte di tutto il direttivo della Pro Loco”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti