facebook twitter rss

Tipicità vive anche nel centro storico:
spettacoli, racconti dal terremoto
e sconti per i musei

FERMO - Presentato il programma della quarta edizione di Tipicità in the City. Trasatti: "“Riconfermato il momento tra divertimento e riflessione all'interno della Chiesa di San Filippo Neri"
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

Collegare le attività culturali della città alle visite ai padiglioni al Fermo Forum: su questi presupposti era nato quattro anni fa il progetto Tipicità in the City, che nel corso del tempo si è conquistato una propria identità ed un proprio significato, al punto da venire riconfermato anche nel cartellone dell’edizione 2019 dell’importante manifestazione enogastronomica, in programma da sabato 9 a lunedì 11 marzo.

“Come negli ultimi 4 anni – ha spiegato l’assessore Francesco Trasatti – volevamo aprire Tipicità con pennellate delicate culturali nel centro storico. Sono appuntamenti che si prestano come arricchimento del programma, con presentazioni di libri, spettacoli e concerti, tutti ad ingresso gratuito dietro coupon di Tipicità. Coupon che darà anche accesso a prezzo ridotto a tutti i musei cittadini”.

Ma ogni Festival che si rispetti ha il suo Dopo Festival, ha ribadito Trasatti. “Riconfermato il momento tra divertimento e riflessione all’interno della Chiesa di San Filippo Neri, domenica 10 marzo, con un talk show digestivo, condotto da Daniele Gurini e con la partecipazione di Cesare Catà e altri ospiti”.

La stessa Gurini ha rimarcato come saranno ospiti figure del territorio che racconteranno le loro esperienze. “Oltre a Catà con il suo momento serio e semiserio, filosofeggiando tra il grembo di Tipicità e il grembo della regione Marche e spaziando dal nostro dialetto al greco, avremo anche un gruppo di ragazzi che fanno parte dell’associazione LaGrù. Abbiamo invitato anche lo chef del Tiglio, Enrico Mazzaroni, che ci racconterà di come il suo cuore batta e pulsi ancora per Montemonaco. Sarà con noi anche Paolo Isabettini, architetto di Tolentino e creativo a 360 gradi, che dopo il terremoto ha immediatamente attivato e fatto partire il progetto Daje Marche”.

All’evento parteciperanno anche alcune delle delegazioni straniere presenti a Tipicità, tra cui quella greca che porterà una performance di danze e musiche.

Il cartellone di Tipicità in the City si aprirà sabato, alle ore 9.30 nella Biblioteca Ragazzi, con la presentazione del libro “Ma. Ik Iridi di fuoco” di Claudia Casadei ed un laboratorio per le scuole elementari. Alle ore 18.30 trasferimento al Teatro dell’Aquila per “Old stories for modern times”, un apericena in musica con Max De Bernardi & Veronica Sbergia, a cura dell’associazione Amenoblues.

Domenica, alle ore 17 al Teatro dell’Aquila, si esibirà il pianista Romano Pallottini, per un concerto a cura dell’Accademia Musicale Malibran in collaborazione con la Gioventù Musicale Italiana sezione di Fermo.

Finale lunedì 11 marzo, alle ore 21.15 alla Sala degli Artisti, con “Non è compito mio”, uno spettacolo scritto ed interpretato da Francesco De Santis per la regia di Gaia Dellisanti, a cura della Compagnia teatrale Lo.Co.S.

“Questo è il frutto di un lavoro annuale sviluppato in Italia e in Europa – ha sottolineato Alberto Monachesi – per far sì che Tipicità sia sempre più porta di accesso e di uscita per valorizzare le tantissime attrattive che Fermo già mette in campo. Abbiamo calcato diverse strade, siamo stati in Grecia, Albania, Milano, Verona, per far sì che il weekend di Tipicità fosse il passepartout per vendere l’offerta di Fermo tutto l’anno”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti