facebook twitter rss

Sotto al mare tra rabbia, amore e speranze: Liceo Artistico e Sprar portano in scena “Anomalie”

PORTO SAN GIORGIO - Spettacolo conclusivo del progetto di teatro integrato "C'è di mezzo il mare", interpretato dagli studenti del "Preziotti-Licini" del Comune costiero e dai ragazzi dei Progetti Sprar "Sconfinamenti" e "Human Rights" di Porto San Giorgio e "Nuovi Inizi" di Porto Sant'Elpidio
Print Friendly, PDF & Email

Si terrà giovedì 14 marzo, alle ore 21 al Teatro comunale di Porto San Giorgio, l’evento “Anomalie”, spettacolo conclusivo del progetto di teatro integrato “C’è di mezzo il mare”, interpretato dagli studenti del Liceo Artistico “Preziotti-Licini” del Comune costiero e dai ragazzi dei Progetti Sprar “Sconfinamenti” e “Human Rights” di Porto San Giorgio e “Nuovi Inizi” di Porto Sant’Elpidio.

Ambientato “sotto al mare”, lo spettacolo, vede i 16 interpreti, raccontare la rabbia, la nostalgia, l’amore, la tristezza, i sogni, le speranze di viaggiatori, mai giunti a destinazione. La regia è a cura di Luca Vagnoni e le coreografie a cura di Giulia Alvear Calderon. Lo spettacolo, ad ingresso gratuito, vede la collaborazione di Giulia Santarelli, Marie Sinas e Amadou Sow. Le scenografie e la progettazione grafica sono a cura degli studenti del Liceo Artistico “Preziotti-Licini” di Porto San Giorgio con la supervisione e collaborazione dei docenti Cecilia Alici, Andrea Romagnoli, Moira Antonelli e Vittoria Grazia Cicchine’.

L’evento è patrocinato dal Comune di Porto San Giorgio, in collaborazione con il Liceo Artistico “Preziotti-Licini” di Porto San Giorgio, la cooperativa sociale Nuova Ricerca Agenzia Res, Cvm (Comunità Volontari per il Mondo) e l’associazione culturale Rattattù.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti