facebook twitter rss

Gostoli: «Dati dell’occupazione
nelle Marche prova del buon
lavoro di Ceriscioli e del Pd»

LAVORO - Il segretario regionale Pd e il responsabile lavoro Pd, Casalotto: "Negli ultimi tempi, però, l’Italia sembra tornare indietro, gli indicatori parlano di recessione. Il governo investa nel 'Patto per la ricostruzione e lo sviluppo' perché rappresenta una grande opportunità per rilanciare l’intera regione"
sabato 16 Marzo 2019 - Ore 17:47
Print Friendly, PDF & Email

Giovanni Gostoli

“L’Istat rileva dati più che positivi per la Regione Marche sul fronte lavoro: nel 2018 il numero di disoccupati scende del 23%, con il tasso di disoccupazione che passa dal 10,6 al 8,1%.
Positivi anche i dati relativi ai giovani Neet, in calo del 2,3% rispetto al 2017, con gli occupati complessivi che da 616 mila salgono a 638 mila.

“I dati Istat dimostrano il buon lavoro svolto dalla giunta Ceriscioli e dal Partito Democratico in questi anni – commenta il segretario Pd Giovanni Gostoli – ed è per noi motivo di orgoglio registrare come le Marche siano le prime in Italia per calo della disoccupazione. Il cuore dell’azione politica in Regione è sempre stato il lavoro. Iniziative importanti e azioni per creare le condizioni per dare occupazione, dare slancio alle imprese per tornare a crescere e agganciare la regione alla ripresa economica degli scorsi anni. Le parole chiave per fare ancora di più sono: internazionalizzazione, innovazione e imprenditorialità”.
“Proseguiremo il lavoro svolto puntando ancor di più su politiche attive e confronto con le parti sociali – afferma Pietro Casalotto, responsabile Lavoro del PD Marche – la sfida è far sì che i giovani diplomati e laureati investano le loro competenze nel nostro territorio, puntando su un modello di sviluppo innovativo, sulla qualità del lavoro e su un welfare sempre più vicino alle esigenze dei lavoratori”.

“Negli ultimi tempi, però, l’Italia sembra tornare indietro, gli indicatori parlano di recessione. Siamo molto preoccupati per le ricadute nel territorio – aggiungono Gostoli e Casalotto – Ci auguriamo dal governo nazionale un cambio di rotta che ad oggi non c’è. Per il Pd servono più investimenti e meno tasse, politiche di sviluppo e riduzione della precarietà nel lavoro. L’appello che facciamo al governo – concludono – è quello di investire nel ‘Patto per la ricostruzione e lo sviluppo’ perché rappresenta una grande opportunità per rilanciare l’intera regione”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X