facebook twitter rss

Un basket sempre più multietnico:
lo Sporting Pse presenta il maliano Sylla Gueda

SPORT – Classe 1994, inserito da poco nel progetto Sprar “Nuovi Inizi” del Comune di Porto Sant'Elpidio, il giovane talento è stato inserito nella squadra. Una società molto impegnata nel sociale, anche attraverso una raccolta di materiale sportivo da donare ai ragazzini del Senegal
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

In occasione della gara interna di serie D girone A Sporting Pse – Tiemme Fermo, la società elpidiense ha presentato il nuovo atleta Sylla Gueda, classe 1994, proveniente dal Mali ed inserito da poco nel progetto Sprar “Nuovi Inizi” del Comune costiero.

L’equipe dello Sprar, che ha come coordinatrice Sibilla Frontoni, si è adoperata per trovare una squadra che permettesse al ragazzo di giocare e continuare il processo di integrazione in Italia. E la scelta è caduta proprio sullo Sporting Pse che, con il presidente Enzo Catini, il direttore sportivo Pallotti della Malloni, lo staff tecnico con i coach Pizi e Cappella e tutti i ragazzi della squadra impegnati a conquistarsi un posto play off, hanno voluto dare il loro benvenuto al nuovo compagno.

La presenza dei vertici societari rimarca – qualora ce ne fosse bisogno – il grande e continuo impegno nel sociale del movimento cestistico elpidiense, oltre che nella ricerca di integrazione, collaborazione e valorizzazione di atleti provenienti da vari paesi.

“Ci piace sottolineare che, oltre al nuovo aggregato presentato, ci sono già diversi tesserati provenienti da federazioni estere – ribadiscono -. Nella Malloni basket militante nella Serie B nazionale sono presenti atleti provenienti dalla federazione serba e da quella croata, nella prima squadra Sporting (serie D) abbiamo un ragazzo del Senegal, Libasse Ndour, classe 1996, lo stesso Sylla Gueda, ed il brasiliano Nathan Pereira del 2000. Più scende l’età maggiore è la presenza, nei vari gruppi, di atleti di provenienza estera. Una soddisfazione e un piacere immenso per chi si adopera quotidianamente vedere ragazzini e ragazzine cinesi, marocchini, indiani e italiani uniti dalla stessa maglia e desiderosi di giocare e divertirsi”.

Una nuova e lodevole iniziativa a cui lo Sporting aderisce prevede una raccolta di materiale sportivo da donare ai ragazzini del Senegal. “Sarà proprio il promotore di tale iniziativa Francesco Boffini, istruttore della società e giocatore del Matelica, con il compagno M’Baye a consegnare il materiale in un viaggio previsto per la fine della stagione sportiva” concludono dalla società.

da sinistra: il presidente Enzo Catini, il preparatore Dennis Marconi, Sylla Gueda, il coach Gianluca Pizi e il direttore sportivo Malloni Pallotti

da sinistra: coach Cappella con Pereira, Ndour e Sylla

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti