facebook twitter rss

La Sutor attende Perugia,
Di Angilla: ”Fare punti senza sconti”

SERIE C GOLD - Eccezionalmente per il week end alle porte, Premiata di scena sabato alle 18.00 all'interno della Bombonera. L'imperativo: girare l'opaca pagina di Isernia e centrare la vittoria in ottica playoff contro il fanalino di coda umbro
Print Friendly, PDF & Email

Il numero otto sutorino Di Angilla

MONTEGRANARO – Dopo l’amara sconfitta sul campo di Isernia nel turno precedente, la Sutor Premiata è attesa dalla penultima sfida interna della stagione contro l’ultima in classifica Perugia.

Il match, che eccezionalmente per questa settimana si disputerà sabato pomeriggio alle ore 18, verrà preceduto almeno un’ora prima della partita dalla Sutor Fest: birra gratis per tutti gli abbonati o possessori di biglietto nel piazzale antistante lo storico impianto di via Martiri D’Ungheria; l’ennesimo momento di aggregazione voluto dalla società per dire ancora una volta “grazie” ai propri tifosi.

Saranno due punti da conquistare a qualunque costo quelli di sabato, ma visto lo scivolone contro Isernia vietato aspettarsi una partita facile contro l’ultima della classe. In vista di questo importante match facciamo il punto della situazione con il numero 8 gialloblù Riccardo Di Angilla.

Partiamo subito con la sconfitta di domenica ad Isernia: due punti che potevamo portare a casa…

“Gran parte delle partite quest’anno ce le siamo giocate punto a punto, segnale che il campionato è molto equilibrato ed è difficile vincere anche contro chi ha meno punti di te in classifica. Ad Isernia non siamo stati lucidi quando avevamo il pallino della situazione: sul finale non abbiamo attaccato come dovevamo e nel mentre loro hanno segnato abbastanza con continuità, con il bel canestro di Torreborre che ha messo la parola fine sul match. Stanno attraversando un ottimo periodo di forma e li abbiamo incontrati purtroppo nel peggior momento possibile: possono vincere contro chiunque”.

Cosa non ha funzionato secondo te?

“È stata una sfida strana: abbiamo concesso pochi punti in difesa, ma come dicevo prima quando avevamo l’inerzia dalla parte nostra non siamo stati bravi ad uccidere la partita; poi quando ti giochi punto a punto la vittoria ci può stare che sbagli un tiro. Sono situazioni che possono capitare. Dobbiamo essere più cattivi quando arriva il momento decisivo per portare a casa i due punti”.

Domenica arriva un’altra squadra alle prese con la lotta salvezza: vi aspetta un’altra battaglia…

“Sicuramente un altro match da prendere con le dovute precauzioni: le premesse sono molto simili a quelle di Isernia e quindi non bisogna mai dare nulla di scontato. Perugia è una squadra tosta ed inoltre si giocano la salvezza: sarà veramente una battaglia. Non deconcentriamoci e prendiamoci questi due punti per avere il miglior piazzamento possibile ai playoff”.

Vincere per avere la certezza matematica dei playoff e per migliorare quanto più possibile il piazzamento finale nella griglia. Quanto conterebbe avere il vantaggio del fattore campo in queste circostanze?

“Più che il piazzamento conterà la condizione fisica con cui arrivare alla post-season: ci stiamo preparando veramente molto da qualche settimana a questa parte sotto questo punto di vista. Chiaro poi che aver l’opportunità di giocare il primo match (e l’eventuale gara 3, ndr) alla Bombonera sarebbe il massimo: sappiamo tutti che può fare davvero la differenza”.

Dopo Perugia si va a Pesaro ed infine il big match dell’ultima giornata in casa con Matelica. Tutti match complicati con squadre in cerca di punti per i playoff/playout. In quale casella le piacerebbe arrivare alla post-season?

“Sono tutte squadre veramente difficile da battere, ma noi ce la metteremo tutta per occupare alla fine la 3°/4° piazza”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti