fbpx
facebook twitter rss

L’Itet dentro la zona rossa di Arquata:
la Protezione Civile accompagna 40 studenti
E la Canigola resta coordinatrice

FERMO - L’altro fronte della diffusione della cultura di Protezione Civile riguarda sempre le scuole, in questo caso primarie, degli Isc cittadini con un progetto denominato “A scuola di Prevenzione”
Print Friendly, PDF & Email

La cultura di protezione civile diffusa nelle scuole, un progetto al quale il Gruppo Comunale di Protezione Civile di Fermo tiene molto. E che si sta concretizzando con iniziative ad hoc: una sul fronte che coinvolge gli alunni dell’Itet “Carducci-Galilei” di Fermo, ai quali sono state fatte delle lezioni in aula sulla compilazione delle schede di agibilità post sima (Aedes). Un progetto portato avanti da un po’ di tempo e che martedì scorso ha visto gli studenti della scuola, in particolare delle classi quarte e quinte, effettuare una trasferta ad Arquata del Tronto, nelle zone maggiormente colpite dai sismi di agosto e ottobre 2016. Insieme a 9 volontari del Gruppo Comunale ed a Marco Macchini, referente del gruppo fermano per il progetto, 40 studenti e 3 docenti hanno effettuato un sopralluogo nella zona rossa del paese, spostandosi poi a Pretare ed a Pescara del Tronto.

Una trasferta con cui i ragazzi, accompagnati dal Gruppo Comunale di Protezione Civile di Arquata, dal suo responsabile Stefano Cappelli e dai vigili del fuoco di Ascoli Piceno, oltre a vedere e prendere consapevolezza da vicino degli effetti del sisma, oltre alle schede Aedes, hanno potuto anche ascoltare e apprendere nozioni che rientrano nel loro corso di studi, ovvero lo studio e la gestione del territorio.

L’altro fronte della diffusione della cultura di Protezione Civile riguarda sempre le scuole, in questo caso primarie, degli Isc cittadini di Fermo con un progetto denominato “A scuola di Prevenzione” che ha preso il via poco tempo fa e che vede i volontari del Gruppo Comunale fermano recarsi nelle aule delle scuole aderenti per spiegare ai bambini cosa prevede il Piano Comunale di emergenza e come comportarsi in caso di calamità naturali

Progetti dunque di diffusione della cultura di protezione civile che vengono portati avanti parallelamente ad attività addestrative e iniziative di formazione permanente dal Gruppo Comunale di Fermo, reduce dall’assemblea dei giorni scorsi, con cui è stato fatto il punto su quanto svolto nel 2018 e pianificate le iniziative del 2019, fra cui il prossimo 30 marzo l’addestramento regionale “Logistica in emergenza”, alla ex Cops, assemblea che ha confermato come coordinatrice Rosella Canigola.

“Anche in tempi non di emergenza, proseguono – ha dichiarato il sindaco Paolo Calcinaro – le attività di formazione e aggiornamento costanti della Protezione Civile di Fermo, Gruppo comunale coordinato da Rosella Canigola e con referente comunale Lorenzo Paniccià. Quello intrapreso con le scuole è un ottimo percorso che vede oltre alle scuole coinvolte anche quelle che vorranno avvicinarsi e aderire così al progetto”.

“Un lavoro costante e attento quello del Gruppo Comunale – ha detto l’assessore Ingrid Luciani, con delega alla Protezione Civile – portato avanti con impegno su tanti fronti. In particolare, va sottolineato sia il lavoro condotto nella formazione continua e nell’aggiornamento dei volontari, azione indispensabile per far fronte ai vari interventi, che quello di diffusione della cultura della Protezione Civile che coinvolge le scuole, che il Gruppo Comunale conduce con passione ed entusiasmo. Congratulazioni e auguri di buon lavoro a Rossella Canigola per essere stata confermata coordinatrice del Gruppo, che ha un ricco programma di iniziative”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X