facebook twitter rss

“Mancata astensione nel voto
sulla delibera di giunta”
e Zacheo preannuncia l’interrogazione

FERMO - Il capogruppo di Io Scelgo Fermo tira in ballo l'assessore Mauro Torresi: "Ci ha colpito in particolar modo la questione relativa al progetto Fermo Shopping Experience approvato dalla giunta comunale"
Print Friendly, PDF & Email

Pasquale Zacheo

“Le questioni che stanno montando in queste settimane sono davvero tante e stanno mettendo a dura prova la tranquillità del sindaco Calcinaro. Solo ieri, dopo una strenua resistenza durata mesi, siamo riusciti ad avere altra documentazione dal contenuto eloquente riguardante l’assessorato presieduto da Mauro Torresi. Durante la nostra presenza negli uffici comunali, a fronte della tranquillità degli addetti, abbiamo potuto constatare un frenetico susseguirsi di telefonate in arrivo. Una circostanza che non è certo passata inosservata e che ci ha indotti a soffermarci su diverse questioni, alcune ancora sino a ieri ignote”. Così il capogruppo di Io Scelgo Fermo, Pasquale Zacheo, che questa volta ha nel mirino una votazione di giunta e presunte incompatibilità.

“Ci ha colpito in particolar modo la questione relativa al progetto Fermo Shopping Experience – spiega Zacheo – approvato dalla giunta comunale, che prevede misure di sostegno in denaro contante a favore degli operatori commerciali della piazza del Popolo e del centro storico, nella volontà di creare una presenza di negozi di lusso e di richiamo per gli importanti brand del territorio. E’ ormai assodato che la piazza rimane l’unico sito di reale interesse di Calcinaro e company. Si tratta di una grave e inaccettabile discriminazione a danno degli altri operatori commerciali che, con grandi difficoltà, riescono a stento sopravvivere nelle altre zone della città, una città appassita e priva di ogni nuovo fervore economico. Ma già a prescindere da questa discriminazione, si osserva come, negli ultimi giorni, la possibilità di accesso all’importante contributo in denaro è stata estesa anche agli “esercizi che somministrano alimenti”, a prescindere quindi dai famosi brand e dalla speciale rete che si aveva in mente di realizzare. L’atto è consultabile sul sito comunale, ovvero la delibera di giunta 56 del del 12 marzo 2019 n.56, votata da tutta la giunta ad esclusione dell’assente assessore Ciarrocchi.
Alla riunione di giunta era presente anche il segretario comunale, lo stesso che non manca mai di rammentare, leggere e trasmettere via mail ai consiglieri comunali, prima di una decisione idonea a generare interessi personali, il contenuto dell’art.78 Tuel che riguarda l’obbligo di astensione “alla discussione ed alla votazione di delibere riguardanti interessi propri o di loro parenti o affini sino al quarto grado”. E’ opportuno che l’articolo venga letto anche ad ogni riunione della giunta comunale, atteso che, tra i votanti la citata delibera 56, vi è l’assessore Mauro Torresi”  su cui il capogruppo di Io Scelgo Fermo solleva dubbi sulla mancata astensione dalla votazione della delibera. “La questione – conclude Zacheo – sarà oggetto di apposita interrogazione, anche se c’è davvero poco da capire”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti