facebook twitter rss

Polveri bagnate per il Monturano
Campiglione, è 0-0 con il Camerino

PROMOZIONE - Nel ventottesimo turno del girone B i calzaturieri non riescono a sfondare contro i ducali di mister Matteo Ruffini e si rassegnano a lasciare le reti bianche. Gli uomini di Nello Viti spingono molto, specialmente nel finale, ma non concretizzano. Dunque, la lotta playoff si protrarrà fino all'ultima giornata
Print Friendly, PDF & Email

I due capitani, Onesini e Cerquozzi, prima del fischio d’inizio

 

di Leonardo Nevischi

MONTE URANO – In attesa di conoscere l’esito del ricorso della gara disputata a Montalto lo scorso weekend (terminata con la sconfitta di misura per gli uomini di Viti, ma con l’errore tecnico del direttore di gara per un presunto scambio di persone al momento dell’espulsione di Tidiane), il Monturano Campiglione non riesce ad andare oltre lo 0-0 contro il Camerino. I calzaturieri raggiungono momentaneamente la Civitanovese al quinto posto (che scenderà in campo domani proprio con il Montalto) e allungano di un punto sul Potenza Picena, uscito sconfitto in casa dell’Aurora Treia. Dunque la lotta per ottenere un piazzamento nella griglia dei playoff sembrerebbe più accesa che mai.

IL TABELLINO

MONTURANO CAMPIGLIONE 0 (4-4-2): Isidori; Santini, Cerquozzi, Finucci, Daniele Viti; Mangiola (25′ st Perrella), Cozzi, Santarelli (16′ st Petrucci), Bracalente; Fabiani, Ulivello. A disposizione: Sbattella, Scoccia, Cardenà, Smerilli, Morelli, Malaspina, Fares. All. Nello Viti

CAMERINO 0 (4-4-2): Tafa; Romoli (24′ st Piccinini), Occhipinti, Alessandrini, Colonnelli; Crescimbeni (43′ st Cottini), Salvetti, Thiam (36′ st Vitali), Montanari; Riccardo Santoni (24′ st Fabrizio Santoni), Iori. A disposizione: Pallotti, Cataluffi, Salvi, Onesini, Aquili, Fabrizio Santoni. All. Matteo Ruffini

ARBITRO: Ledjan Skura di Jesi; assistenti Alessandro Donati di Macerata, Valerio Paci di Ascoli Piceno

NOTE: Espulso Piccinini al 46′ st per fallo da ultimo uomo. Ammoniti Cerquozzi, Occhipinti, Petrucci, Cozzi, Isidori. Corner 4 – 3. Recupero +0′ +4′

Le due squadre mentre osservano il minuto di raccoglimento in ricordo del decennale del tragico terremoto dell’Aquila

LA CRONACA

La ventottesima giornata del girone B del campionato di Promozione mette in palio punti pesantissimi. Al Comunale di Monte Urano, i padroni di casa guidati da Nello Viti hanno nel mirino il quinto piazzamento utile per raggiungere i playoff (distante solo un punto), mentre il Camerino di Matteo Ruffini vuole rimanere fuori dalla zona calda dei playout, anch’essa distante una sola lunghezza.

I calzaturieri ripropongono lo stesso undici andato di scena due settimane prima contro la capolista Valdichienti Ponte, fatta eccezione per lo squalificato Tidiane rimpiazzato da Santarelli in mezzo al campo, al fianco di Cozzi. Dunque un 4-4-2 con Mangiola e Bracalente esterni di centrocampo ed il tandem composto da Fabiani ed Ulivello in attacco. I ducali rispondono a specchio schierando Riccardo Santoni e Iori in avanti e lasciando, almeno inizialmente, Fabrizio Santoni in panchina (diventato, proprio nella giornata di ieri, per la prima volta papà con la nascita del piccolo Juan Sebastian).

Dopo un minuto di raccoglimento per ricordare il decennale del tragico terremoto dell’Aquila nel quale 309 innocenti, di cui molti giovani, persero la vita, il direttore di gara dà inizio alla contesa.

Dopo soli dieci minuti, il Camerino prova l’effetto sorpresa: Montanari, quest’oggi schierato esterno alto piuttosto che nel suo ruolo naturale di terzino sinistro, viene innescato sulla sua corsia di competenza e giunto quasi sulla linea dell’out colpisce con un potente diagonale mancino che crea qualche spauracchio all’estremo Isidori. Dopo la chance capitata sui piedi della formazione camerte, la gara attraversa una lunga fase di stallo in cui le due squadre preferiscono studiarsi senza sbilanciarsi più di tanto.

Tuttavia a ridosso del duplice fischio (40′) arriva una decisa folata del Monturano Campiglione: Viti tenta il cross dalla sinistra, Occhipinti ben appostato in area spizza la sfera nel tentativo di rinviarla, ma la stessa termina sul mancino di Bracalente che in girata trova la risposta in corner di Tafa. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Cerquozzi in tuffo di testa colpisce il palo.

Ad inizio ripresa, come avvenuto nella prima frazione, i padroni di casa si schiacciano e subiscono le offensive dei biancorossi: al 54′ Iori, lanciato sul filo dell’offside, tenta di scavalcare Isidori in uscita con un pallonetto ma la sfera lambisce il palo e termina sul fondo. Al 70′ è la volta del neo entrato Fabrizio Santoni che con una volee di collo pieno dalla distanza sfiora l’eurogol.

La reazione del Monturano Campiglione arriva solo alla mezzora, quando Viti dal limite dell’area conclude alto. Passano dieci minuti e gli animi dei calzaturieri si surriscaldano: Petrucci innesca la velocità di Viti con un preciso filtrante, il laterale sinistro locale aggira Piccinini e viene steso, tuttavia per il signor Ledjan Skura di Jesi non ci sono gli estremi per il calcio di rigore e lascia proseguire. Al 44′ la chance più ghiotta di tutto l’incontro capita sui piedi di Fabiani, il quale sciupa amaramente un cross dalla destra di Perrella spedendo alto da due passi.

In pieno recupero (91′) il frizzante Perrella si esibisce in uno slalom da paura lasciando sul posto la difesa camerte e servendo di esterno destro Viti, che si inserisce lungo il corridoio centrale: ancora una volta Piccinini interviene fallosamente, ma in questa circostanza il direttore di gara sanziona il fallo da ultimo uomo con il rosso all’indirizzo del giocatore del Camerino. Tuttavia, nei restanti tre minuti di gioco, il Monturano non riesce ad imporre la propria superiorità numerica e si deve accontentare del punticino.

 

Fotogallery


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X