facebook twitter rss

Il Montegiorgio torna
da Cesena con un pari

SERIE D - Al "Dino Manuzzi" romagnolo, suggestivo teatro di sfide riconducibili alla Serie A e B dei lustri scorsi, la compagine di mister Massimo Paci porta via un punto grazie all'1-1 del triplice fischio
Print Friendly, PDF & Email

L’impianto di gioco romagnolo, negli anni alle spalle base logistica dei bianconeri per tante sfide tra i massimi campionati professionistici nazionali

 

di Paolo Gaudenzi

CESENA – Suggestione “Dino Manuzzi” per il Montegiorgio. La compagine di mister Massimo Paci ha assaporato così quest’oggi un prestigioso palcoscenico, quello d’erba sito all’interno dello stadio che fino a poco fa ha ospitato sfide calcistiche condite da nomi altisonanti e riconducibili alla crema della disciplina nazionale tra Serie A e B.

La “nobile decaduta” del tecnico Angelini, che marcia con qualche difficoltà verso un repentino ritorno tra i professionisti, insediata a distanza ravvicinata dalla corregionale Matelica, non riesce dunque a prelevare sul suolo domestico lo scalpo dei rossoblù, con questi che tornano quindi a casa forti di un buon punto in considerazione della caratura dell’avversario.

IL TABELLINO

CESENA 1 (4-3-3): Agliardi; Marfella, Ciofi, Benassi, Valeri; Biondini (69′ Fortunato), De Feudis, Munari; Tonelli (75′ Viscomi), Tortori, Alessandro. A disposizione: Rutjens, Tola, Mantovani, Zamagni, Capellini, Sarini, Campagna. All. Giuseppe Angelini 

MONTEGIORGIO 1 (4-3-3): Menegatti; Vecchione, Terrenzio, Biasol, Ghiani; Nasic (82′ Ciarmela), Omiccioli, Mariani; Albanesi, Marchionni (82′ Tirabassi), Pellizzi. A disposizione: Parente, Baraboglia, Passalacqua, Zancocchia, Vita, Rozzi. All. Massimo Paci 

ARBITRO: Giorgio Vergaro di Bari; Matteo Mattera di Roma 1 e Lorenzo D’ilario di Tivoli

RETI: 59′ Tonelli, 84′ Valeri (aut.)

NOTE: Ammoniti Nasic e Tortori

LA CRONACA

Una sola vittoria nelle ultime cinque gare per l’undici al comando delle operazioni del girone. Il ritorno al bottino pieno non è riuscito neanche nella giornata in esame, merito di un Montegiorgio privo di soggezione alcuna, articolato nel classico 4-3-3 con Omiccioli a dettare i tempi delle giocate, il trio Albanesi-Pellizzi-Marchionni a cercar sortite verso la porta di casa e, non da meno, basando il tutto sulla solidità e l’ermetismo del reparto arretrato, con Biasol e Terrenzio custodi delle resistenze di Menegatti.

E’ proprio Albanesi a rompere gli indugi iniziali, che solo davanti ad Agliardi chiude però troppo la conclusione mancina  ciccando così, oltre alla rete, l’appuntamento con la storia. Tonelli fa quindi capire chi, in teoria, comanda: palla a raggiungerlo sul secondo palo e sforbiciata fuori di poco. Questi gli episodi salienti, dunque uno per parte, nella prima frazione di gioco.

La ripresa, che annovera anche le reti di giornata, vede subito e nuovamente in cronaca Tonelli. La punta romagnola mette giù la sfera ben servito e libera la conclusione diagonale vincente. Il Cesena quindi cerca di spegnere i ritmi, accontentandosi del vantaggio, cercando di traghettare con inerzia la gara in porto, ma tra il piano teorico e la riuscita concreta arriva il pari montegiorgese. Corner di Albanesi, torre aerea di Biasol nella canonica proiezione offensiva e deviazione di Valeri nella propria porta per il definitivo pari.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti